Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Omicidio Lo Verso, quartiere incredulo: “Era un uomo buono e gentile”

Più informazioni su

Prà. Costernati e increduli. Gli abitanti di Via 2 Dicembre, quartiere popolare arrampicato sulle alture di Prà, poco sopra il consorzio Pianacci, guardano il via vai di gente, tra carabinieri, uomini della scientifica, giornalisti e televisioni, assiepati sotto il civico 79 dove al terzo piano di uno dei tanti edifici di Arte, le case popolari dell’agenzia regionale che caratterizzano il quartiere, oggi pomeriggio è stato trovato il cadavere di Daniele Lo Verso, pensionato di 83 anni, che dalla morte della moglie viveva solo, accudito dai figli che passavano solitamente a trovarlo. Proprio ad una delle figlie è toccata oggi la macabra scoperta: aprire la porta e trovare il padre che giaceva a terra con la gola tagliata.

Nonostante la curiosità, tra gli abitanti del posto, per lo più anziani, prevale un senso di profonda compostezza e cordoglio per un evento tanto improvviso quanto violento. Le persone lo confermano, Daniele Lo Verso “era un uomo gentile, rispettoso e molto tranquillo”. Ex autista Amt, era andato in pensione ma conservava l’hobby della caccia e dell’orto. L’ultima traccia dei suoi spostamenti risale, a qualche giorno fa quando un vicino, lo vide tornare dal piccolo appezzamento di terra che aveva a Voltri con una borsa di fagiolini. Sotto il portone è regolarmente parcheggiata la sua auto, una Citroen Saxò blu.