Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

No Tav, Haidi Giuliani: “Lo Stato è il vero facinoroso”

Più informazioni su

Genova. “In questi casi il vero facinoroso è lo Stato, che arma la rivolta per impedire all’opinione pubblica di conoscere la vere ragioni dei movimenti”. Haidi Giuliani, la mamma di Carlo, il giovane ucciso durante il G8 di Genova del 2001, dice la sua sugli scontri avvenuti in Val di Susa. Domenica il fronte anti-Tav “era composto da 3 cortei distinti – sottolinea l’ex senatrice di Rifondazione Comunista – sono stati aggrediti tutti e tre, esattamente come avvenne a Genova nel 2001. Io non ero in Piemonte – precisa – ma chiamavo preoccupata degli amici che si trovavano lì, dunque so come è andata”.

“Si fa un gran fumo – incalza – per nascondere i problemi reali, si preferisce fare di tutta l’erba un fascio. E così i pacifisti scompaiono dalle pagine dei giornali e dalle immagini trasmesse in tv: resta solo la violenza”. Anche i black bloc, a detta della madre di Carlo Giuliani, “sono un’invenzione giornalistica. Chi si difende dalle cariche finisce per essere etichettato così perché fa comodo farlo. Anche mio figlio è stato descritto come un blac block, eppure non lo era affatto”. “E’ insopportabile vedere – prosegue – che viene dato spazio solo a chi tira sassi, mentre si nasconde che a tirarli è anche chi reagisce ai candelotti. Ieri in Val Susa c’era una manifestazione serena e pacifica di 10mila persone. Ma se le forze dell’ordine attaccano con i lacrimogeni è chiaro che qualcuno reagisca, anche perché dentro monta la rabbia”.