Quantcast
Cronaca

Massacra la madre e la uccide: arrestato ex calciatore genovese

lorenzo cavanna, omicida

Una donna di 58 anni, Francesca Beretta, è stata uccisa dal figlio, che l’ha massacrata di botte. Il fatto è accaduto in una casa di campagna a Mornese, nel Monferrato, in provincia di Alessandria.

L’omicida è Lorenzo Cavanna, un giovane di 26 anni, ex calciatore che aveva ottenuto ottimi risultati come centrocampista, militando nelle giovanili del Genoa, nel Cosenza, nell’Imperia e nel Savona. Lorenzo, quindi, era molto conosciuto nel capoluogo ligure e in tutta la regione, come la sua famiglia, che è originaria di Arenzano e che solo da poco tempo si era trasferita in Piemonte.

I carabinieri sono intervenuti dopo una segnalazione dei vicini di casa, che avevano sentito rumori tali da far pensare a una violenta lite. Cavanna ha colpito la madre con pugni e schiaffi e, probabilmente, anche con qualche oggetto contundente. La donna è stata soccorsa subito da personale del servizio 118, che ha inutilmente tentato una rianimazione: i traumi al volto e al cranio si sono rivelati troppo gravi.

Francesca Beretta, originaria di Genova, era divorziata e lavorava a Recco come insegnante di ginnastica, mentre il padre del giovane abita a Rossiglione. Cavanna, di professione operaio, soffriva da tempo di turbe psichiche e proprio per aiutarlo i genitori aveva deciso il trasferimento in campagna. Dopo l’arresto è stato portato ad Alessandria nel carcere “don Soria”.