Quantcast
Sport

Lega Pro, 15 escluse senza appello: i probabili gironi di Seconda Divisione

calcio Lega Pro

Chiavari. Sono quindici le società bocciate definitivamente dalla Lega Pro. In Prima Divisione saltano Ravenna, Lucchese, Atletico Roma, Salernitana, Gela. In Seconda Divisione niente da fare per Canavese, Rodengo Saiano, Crociati Noceto, Sangiovannese, Sanremese, Matera, Cavese, Brindisi, Cosenza, Catanzaro.

La situazione, pertanto, è ora molto più chiara. Con ogni probabilità verrà ripescato in Seconda Divisione il Rimini, vincitore dei playoff di serie D, e l’organico passerà a 76 squadre. Verranno composti due gironi di Prima Divisione da 18 squadre ciascuno e due di Seconda Divisione da 20 squadre ciascuno.

In Prima Divisione giocheranno Alessandria, Andria, Barletta, Bassano, Benevento, Carrarese, Carpi, Como, Cremonese, FeralpiSalò, Foggia, Foligno, Frosinone, Lanciano, Latina, Lumezzane, Pavia, Pergocrema, Piacenza, Pisa, Portogruaro, Reggiana, Siracusa, Sorrento, Spal, Spezia, Taranto, Trapani, Triestina, Tritium, Viareggio, Lanciano.

Cinque le formazioni che saranno ripescate dalla ex serie C2 alle ex serie C1. Quasi certe Monza, Ternana, SudTirol e Avellino. Il quinto posto è in ballo tra Pro Vercelli, L’Aquila e Prato.

Ipotizzando il ripescaggio dei bianchi vercellesi, i due gironi di Seconda Divisione sarebbero così composti. Girone A: Aurora Pro Patria, Bellaria Igea, Borgo a Buggiano, Cuneo, Casale, Giacomense, Lecco, Mantova, Montichiari, Poggibonsi, Prato, Renate, Rimini, Sambonifacese, San Marino, Santarcangelo, Savona, Treviso, Valenzana, Virtus Entella.

Girone B: Aprilia, Arzanese, Aversa Normanna, Campobasso, Celano, Chieti, Ebolitana, Fano, Fondi, Gavorrano, Giulianova, Isola Liri, L’Aquila, Melfi, Milazzo, Neapolis Frattese, Paganese, Perugia, Vibonese, Vigor Lamezia.