Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le Province contro la finanziaria ma con Napolitano

Genova. Pensare che solo qualche giorno fa qualcuno ha votato per abolirle. Le redivive Province sono vegete e fanno sentire la loro voce e confermano il loro giudizio sulla finanziaria.

“Il giudizio delle Province sulla manovra economica non cambia, ma come istituzioni della Repubblica dobbiamo anche noi sostenere l’appello lanciato dal Capo dello Stato e dimostrare, in un momento così drammatico per il Paese, un grande senso di responsabilità”.

Lo dichiara in una nota il presidente dell’Upi Giuseppe Castiglione. “Il messaggio del Presidente Napolitano non deve cadere nel vuoto: le istituzioni tutte sono chiamate in questo momento a dare un segnale forte di coesione all’Europa”, afferma il leader delle Province. Ora, aggiunge, “confidiamo nel fatto che molte delle criticità che abbiamo sollevato rispetto alle misure previste dalla manovra a carico degli enti locali, a partire dai criteri di virtuosità degli enti per l’allentamento dei vincoli del patto di stabilità per rilanciare lo sviluppo economico, siano colti dal Parlamento e trovino risposta nei pochi emendamenti che maggioranza e opposizione stanno predisponendo. Ma siamo consapevoli – conclude – che ora la priorità è che la manovra sia approvata nel più breve tempo possibile”