Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incidente sul traghetto, Cavanna (Filt Cgil): “Accerteremo dinamiche e responsabilità”

Genova. “Di fatto è già in atto una protesta per il modo in cui è gestito il lavoro a bordo, quanto alle dinamiche le accerteremo con l’arrivo della nave a Palermo, dove scopriremo, tra le altre cose, se il numero dell’equipaggio era congruo rispetto al lavoro che svolgeva”. Sono queste le prime parole di commento del segretario Filt Cgil Genova Corrado Cavanna, a poche ore dalla notizia dell’ennesimo incidente mortale sul lavoro, avvenuto questa notte sul traghetto GNV Excellent, dove è rimasto ucciso l’ufficiale di macchina Bruno Biondo.

“La dinamica non è ancora certa, sembra che il lavoratore sia stato schiacciato da una porta automatica mentre attraversava un camminamento” spiega Cavanna in attesa di maggiori dettagli da Palermo. I lavoratori comunque da stamattina sono in stato di agitazione. “Abbiamo dichiarato uno sciopero di 24 ore dalle 9 di questa mattina alle 9 di domani mattina. E’ vero che gli infortuni sono dovuti in parte al lavoro sulla nave che reca in sè delle insidie – conclude il sindacalista – ma, in questi periodi, in cui aumenta il traffico dei passeggeri e delle merci, naturalmente i rischi diventano più elevati”.

La Filt Cgil nazionale esprime “la propria vicinanza ai familiari della vittima che era anche impegnato come delegato sindacale di bordo della nostra organizzazione” ed auspica che “gli organi competenti appurino rapidamente le cause che hanno determinato l’incidente”. L’iter di approvazione del nuovo decreto che regolamenta la sicurezza nel lavoro marittimo, sottolinea il sindacato, è “un intervento ormai bloccato in maniera ingiustificata dal Governo da circa quattro anni, impedendo di fatto di usufruire di uno strumento normativo importante per garantire ed aumentare i livelli minimi di sicurezza per la gente di mare. Riteniamo indispensabile l’aggiornamento e la conclusione dell’iter di approvazione del nuovo D.Lgs. 271 che regolamenta la sicurezza nel lavoro marittimo”.