Quantcast
Sport

Golfo Paradiso, finali nazionali pallanuoto: tre qualificazione per i mondiali

pallanuoto femminile

Tre formazioni, tre medaglie, tre qualificazioni per i prossimi Mondiali Master: il bottino di una Golfo Paradiso scatenata alle recenti Finali Nazionali. La società del presidente Angelo Figari torna da Pietralata con lo scudetto cucito sulle calotte della squadra femminile + 30, la medaglia d’argento conquistata dalla formazione +50, il bronzo della +40. Tre giorni di partite, un livello tecnico piuttosto alto: divertimento ma anche tanto agonismo.

Angelo Figari presidente e giocatore della Golfo Paradiso. Grande successo:-“Non me lo aspettavo. Abbiamo sofferto un po’ perché il gruppo si è trovato ridimensionato, le finali organizzate in un periodo molto alto come questo ha creato non poche difficoltà per ritrovare i compagni, tra le ragazze poi quattro di loro che sono diventate mamme. E la soddisfazione maggiore è arrivata proprio dalla femminile, una squadra senz’altro da ripetere a cominciare dai Mondiali a Riccione 2012. Dobbiamo sicuramente lavorare sui 40 e sui 50”.

Quindi soddisfatto:-“Soprattutto perché la Golfo Paradiso è l’unica società in Italia a presentare tre formazioni, e poi ci sono le medaglie. Abbiamo ricevuto i complimenti di molti, compresa la categoria arbitrale presente: Gomez e la Sardellito, ad esempio hanno detto che con noi c’è sempre da divertirsi”.
Livello alto:-“Si respira la vera pallanuoto, con tutto rispetto per l’attuale mondo agonistico. L’ambiente è bello, c’è goliardia, divertimento, il piacere di avere costituito un altro gruppo forte, quello delle ragazze, in tutti i sensi. E poi per noi non è solo importante partecipare. Vedere mamme e papà che tornano a divertirsi è un grande piacere, è la nostra forza. Portiamo in giro la Liguria, la pallanuoto ligure, prima disciplina sportiva pur se povera, a giugno saremo ai Mondiali ma il progetto è andare oltre Oceano e ci riusciremo per la fiducia e la forza di tutti”.

Stefano Carbone, allenatore della femminile nella sua carriera ha allenato tante atlete, pur se fedele a due società, Quinto dove è cresciuto e Locatelli da lui fondata, ma mai aveva vinto uno scudetto.

Mister gran colpo:-“La Golfo Paradiso mi è entrata subito nel cuore. Tutto è cominciato ad ottobre quando ho vissuto la grande delusione di non allenare più la mia squadra in A2, poi retrocessa, sono stato scelto, e questo mi ha riaperto il cuore”.

L’analisi di questa vittoria:-“Prima partita, venerdì, partenza da Genova alle cinque della mattina, in pullmino, arrivo a Roma alle 12, un’ora dopo in acqua. A nostra insaputa contro il Civitavecchia è stata la vera finale. E’ finita 10-6, le abbiamo messe in difficoltà, subito sopra, loro nuotavano molto e schieravano un buon portiere, per noi grande esperienza e classe. Per la prima volta ho potuto allenare grandi giocatrici che ho avuto sempre come avversarie: Romano, Rafael, Rossi, Kutuzova, dei satanassi. Abbiamo dimostrato che una vera squadra si ottiene con il dialogo e la capacità di adattamento. La sera stessa la partita fuori classifica conto la Sis Roma, giovani e forti. Fabbri, Tenchini e Brini con esperienza recentissima in A1. Vinto 9-8: senza commettere gli errori difensivi della prima partita, efficaci, concrete, avversarie sorprese. Contro il Metanopoli Milano 13-2: qualche difficoltà iniziale, ci hanno agguantato sull’1-1, in due tempi chiusa agevolmente e con la vittoria del Civitavecchia ai danni del Palocco, già staccato il pass per i Mondiali. Finiamo proprio contro la R.N. Palocco, in alcune di noi ancora la delusione della finale persa di misura lo scorso anno. Il rischio si chiama Petrucci, un centroboa di altissimo livello che oggi in A2 potrebbe giocare ancora da protagonista. Niente da fare. La partita perfetta per un allenatore: di solito provi per mesi gli schemi e poi non riescono, con la Golfo Paradiso giocatrici che si sono viste pochissimo e che invece hanno fatto tutto facile. M e pressing e la Petrucci non ha più visto palla. Risultato finale 14-5 e Natalia Kutuzova capocannoniere del Torneo con 16 reti”.

Formazione Golfo Paradiso campione d’Italia 2011: Francescsa Gambardella (cap), Francesca Romano, Carla Ogliastro, Natalia Inina, Lalli Re, Simona Del Bianco, Iren Rafael, Francesca Rossi, Giovanna Rosi, Vanda Lise, Natalia Kutuzova. Allenatore Stefano Carbone Direttore Tecnico Davide Cerchi Accompagnatrice Guisi Burlando.