Quantcast
Altre news

Gente Comune a Santa Margherita per la difesa delle spiagge pubbliche

gente comune

Santa Margherita. “Spiagge, basta soprusi!” è l’ultimo slogan lanciato da Gente Comune, movimento apartitico ligure che dopo essere sceso in piazza contro Equitalia, le aree di sosta a pagamento e il rincaro sul prezzo del ticket per i bus, stamattina a Santa Margherita , ha dato il via alla prima Manifestazione Nazionale per la difesa delle spiagge libere.

“La spiagge libere vanno difese, perché  è diritto di ogni cittadino accedere al mare, ogni cittadino ha il diritto di balneazione. Il Comune di Santa Margherita impedisce l’esercizio di questi diritti riconosciuti dalle leggi dello Stato, e non agisce nell’interesse dei propri cittadini – spiegano – Il Comune di Santa Margherita pretende che si possa andare al mare solamente pagando gli stabilimenti balneari, pagando parcheggi salatissimi, pagando multe se si lascia un asciugamano sulla battigia”.

La legge regionale impone ai comuni di mantenere libere almeno il 40% delle spiagge, in Liguria la situazione è davvero drammatica: sono pochi i comuni che la rispettano. “A Santa Margherita la percentuale di spiagge libere è solo del 13%, ma non facciamoci ingannare: a Genova ad esempio nella percentuale di spiagge libere calcolano pure le scogliere a picco sul mare – continuano – I cittadini sono stanchi e il movimento Gente Comune, intraprenderà iniziative, anche legali, per sensibilizzare l’opinione pubblica e osteggiare i provvedimenti contro l’interesse popolare da parte del Comune di Santa Margherita e di altri comuni.

L’appuntamento è stato alle ore 11 presso la rotatoria in centro, poi gli esponenti di Gente Comune sono scesi sulle spiagge.