Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, iniziano i saldi: caccia all’affare tra crisi e aperture straordinarie

Più informazioni su

Genova. Il D-Day è arrivato, quest’anno con data unificata in tutta Italia per la salvaguardare la corretta concorrenza tra Regioni e tra piccola e grande distribuzione. Dalla mezzanotte di sabato 2 luglio sono di fatto aperti ufficialmente i saldi estivi e in qualche caso, come nel centro di Genova, anche i negozi, che per l’occasione hanno ottenuto dal Comune una deroga speciale per l’orario di apertura e chiusura.

Nonostante la stagnazione dei consumi dovuta alla crisi, e la naturale prudenza dei consumatori a inizio saldi, 6 italiani su 10 approfitteranno di questa opportunità: il 25% farà acquisti nei centri cittadini, il 27% dove capita, un altro 20% nei centri commerciali, per un giro di affari stimato sui livelli dell’anno scorso, pari al 26% del fatturato stagionale. Gli sconti iniziali si aggireranno nelle prime settimane sul 20-30% per gli articoli estivi e quelli di marca. Saldi più cospicui, fino al 50%, dovrebbero interessare i capi prettamente di stagione come i pareo, gli shorts, i top.

Inoltre in concomitanza con l’avvio dei saldi estivi, i commercianti genovesi hanno cercato di unire l’utile (del negozio) al dilettevole (del consumatore). Iniziative di animazione territoriale e aperture straordinarie fino alle 22 di sabato 2 luglio, sono previste infatti in numerosi negozi del centro e dei vari quartieri.

Nel “Sestriere Carlo Felice”, ad esempio, oltre alla chiusura posticipata, gli operatori hanno organizzato un raduno d’auto d’epoca organizzato da “Veteran Car”, meravigliose spider che stazioneranno tra largo Lanfranco e piazza Fontane Marose per solleticare la fantasia (e l’invidia) dei primi cacciatori di saldi. Infine, Galleria Mazzini ospiterà un suggestivo concerto d’archi a partire dalle ore 20.

Apertura fino alle 22 di sabato 2 luglio anche per le attività dell’Associazione Via Luccoli, che organizza l’”Aperisaldo”: i commercianti offriranno focaccia e vino bianco in piazzetta Chighizola e nei negozi associati a tutti coloro che sceglieranno di trascorrere la prima notte di saldi nella storica via che da Piazza Fontane Marose scende al Porto Antico.

Corso Buenos Ayres e zone limitrofe faranno una full immersion dalle 9 alle 21.

A Sestri Ponente negozi aperti fino alla mezzanotte, con musica e drink gratis offerti da Giglio Bagnara.

Secondo Enrico Malvasi, presidente di Fismo Confesercenti Genova, l’individuazione di una giornata comune a livello nazionale per l’inizio dei saldi è un elemento fondamentale, anche se “come operatori al dettaglio avremmo preferito un inizio posticipato di qualche settimana, ma si tratta di un problema secondario rispetto alla necessità di avere regole del gioco uguali per tutti, dalla grande alla piccola distribuzione, ed evitare partenze sfalsate nelle singole regioni”.

A questo proposito, va tuttavia segnalato come persista ancora il problema della Regione Piemonte, “la cui legge di riferimento autorizza i singoli territori a individuare autonomamente la data di inizio. D’altra parte – prosegue Malvasi – i saldi non vanno più visti come semplice occasione per disfarsi delle rimanenze, ma piuttosto come una vera e propria appendice della stagione, dal momento che anche quest’estate, al di là di alcune eccezioni, non si sono visti i segnali evidenti di quella ripresa che tutti noi invochiamo ormai da diversi anni”.