Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, il Museo del Mare apre al pubblico il suo deposito e scopre un tesoro

Genova. Il Museo Galata fa parlare i suoi luoghi bui e reconditi, quellidel deposito, Per un progetto pensato e realizzato assieme alla Regione Liguria emergeranno dal deposito 200 dipinti tra olii e acquarelli, 300 stampe, 200 lastre fotografiche in vetro, 150 piani di costruzione di navi a vela e piroscafi, 100 cannocchiali di marina: un vero e proprio tesoro nascosto.

Pezzi di alto valore collezionistico, fino ad oggi inaccessibili, che saranno resi disponibili attraverso visite guidate. Un omaggio che il Museo del Mare, a sette anni dalla sua inaugurazione, offre al suo pubblico. Molte comunque le novità annunciate nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa celebrata con un grande successo di visitatori: 250 mila nell’ultimo anno, con un incremento di 100 mila unità grazie all’arrivo del sottomarino ‘Nazario Sauro’.

“A metà ottobre – ha detto Maria Paola Profumo, presidente del MuMa – inaugureremo il Mem, Museo della memoria delle Migrazioni, che occuperà il terzo piano del Museo e che permetterà di capire attraverso un percorso di memoria, il fenomeno delle migrazioni. L’allestimento si completerà quando otterremo da Lampedusa uno dei barconi usati dai migranti. In questo allestimento sarà inserito anche il vicolo della Genova Antica, già presente al padiglione del mare. Renderemo, inoltre, accessibile la Galea con una rivisitazione del piano terreno. Infine, nel 2013 costruiremo il ponte di comando di un vascello, con attenzione al tema della pirateria. Quindi rivedremo anche la sala della tempesta, con le nuove tecnologie che ora sono disponibili: lì troverà spazio adeguato la zattera di Fogar”.