Quantcast
Cronaca

Genova est: Fli ricorda il brigadiere Volpi nell’anniversario della strage di via d’Amelio

cerimonia fli volpi

Genova. Futuro e Libertà ha voluto celebrare la giornata in cui si ricorda la strage di via d’Amelio, in cui trovarono la morte il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta, con una cerimonia presso i Giardini Cavagnaro, vicino alla rampa autostradale di Genova Est. L’iniziativa si è tenuta presso la lapide in onore del brigadiere dei carabinieri Ruggero Volpi, ucciso il 12 ottobre 1977 in un conflitto a fuoco con una banda di criminali che volevano liberare il bandito Cesare Chiti, durante il trasferimento di quest’ultimo dal carcere di Marassi.

Medaglia d’oro al valore in quanto “nobile esempio di grande altruismo e totale dedizione al dovere spinti all’estremo sacrificio”, Volpi è un esempio di sacrificio in nome dello Stato e della difesa della legalità. Alla cerimonia ha partecipato Enrico Nan, coordinatore regionale Fli e commissario del coordinamento provinciale Fli Genova.

“Nella stessa giornata in cui il presidente Fini è in via D’Amelio per ricordare la strage di 19 anni fa, abbiamo voluto rendere omaggio a un carabiniere e a un uomo simbolo, così come lo sono stati i giudici Borsellino, Falcone e tutti gli uomini e le donne che hanno dato la vita per difendere le istituzioni e il loro Paese” commenta Nan. I presenti hanno anche ricordato come la targa dedicata al brigadiere Volpi sia stata pagata nel 2007 dalla vedova del militare medaglia d’oro, senza il concorso del Comune di Genova.