Quantcast
Cronaca

Genova, dipendenti Amiu occupano il consiglio: “Vogliamo garanzie”

Genova. Irruzione dei lavoratori Amiu a palazzo Tursi, che hanno occupato il consiglio comunale. Chiedono garanzie per il loro futuro, attualmente molto incerto e lo fanno con forte convinzione, tanto che i lavori del consiglio sono stati interrotti. L’assessore Gianni Vassallo si è reso disponibile per un incontro con i dipendenti dell’azienda, ma loro in un primo momento non ne hanno voluto sapere, dichiarando l’intenzione di rimanere in comune fino a quando non avranno ottenuto garanzie.

Dall’aula consiliare sono poi scesi nell’atrio, dove hanno fatto causa comune con il ‘Comitato 2Si per l’acqua bene comune’, il cui intervento era previsto alla seduta del consiglio comunale per chiedere al sindaco Marta Vincenzi di ritirare il patrocinio del Comune all’iniziativa Federutility e di incontrare il comitato vincitore del referendum.

Mentre i dipendenti Amiu hanno incominciato la riunione con l’assessore competente, i lavori in consiglio stavano per riprendere, ma a quel punto è iniziata la protesta, piuttosto rumorosa, del comitato ‘2Si per l’acqua bene comune’, insieme ai lavoratori di Amiu che non partecipano alla riunione con gli assessori. Il presidente del cosiglio comunale ha chiesto un intervento più energico della polizia municipale per far sgomberare i manifestanti.

Ora, dopo alcuni momenti di tensione, l’atmosfera si è tranquillizzata, i lavori del consiglio comunale sono ripresi e anche il comitato ‘2Sì per l’acqua bene comune’ ha ottenuto un incontro formale con i capigruppo.