Quantcast
Cronaca

G8, Genova, Rita Lavaggi: “In piazza, in festa, almeno 10.000 persone”

rita lavaggi

Genova. “Gli obiettivi sono quelli di riprovare ad aggregare quello che è stato il movimento del 2001, capire cosa è cambiato e soprattutto incontrare le realtà e i soggetti nuovi, le nuove generazioni che si muovono nelle piazze e nei conflitti”. Sono parole di Rita Lavaggi, coordinatrice e portavoce del Comitato Genova per il 2011 per il decennale del G8 intervenuta oggi a Genova in una conferenza stampa per presentare “Genova 2001-2011”.

Gli ospiti attesi a Genova non sono solo italiani, ma da tutto il mondo a cominciare dalla Spagna con il movimento degli Indignados, arrivati oggi nel capoluogo ligure. “E’questa una delle piazze nuove del Mediterraneo”, spiega Lavaggi, “una forma nuova e giovane proiettata al futuro, che per noi è importante ascoltare per capire come sono cambiate le cose in questi 10 anni. Abbiamo anche bisogno di questo se vogliamo provare a ricostituire un luogo dove costruire insieme qualcosa”.

Difficile quantificare quante persone parteciperanno agli eventi previsti nei prossimi giorni a Genova. “Noi prevediamo circa 8-10.000 persone soprattutto nelle manifestazioni di piazza, di cui almeno 3-4mila da fuori Genova”.

Nessuna preoccupazione per possibili scontri e violenze. “In questi 10 anni forse si è ascoltato troppo la stampa. I genovesi possono stare tranquilli perchè oggi i processi dichiarano la nostra verità, deve essere ben chiaro che noi scendiamo in piazza in festa”.

Le iniziative di piazza iniziano già domani. “L’appuntamento è alle 20.00 in Piazza di Posta Vecchia con le voci dal Mediterraneo, con musica e testimonianze delle persone che oggi vivono le piazze e i conflitti del Mediterraneo”, spiega Lavaggi. “Proseguono il 20 pomeriggio in Piazza Alimonda, dalle 15.00 alle 20.30, con il racconto e il ricordo di chi c’era. E proseguono nella giornata della memoria con “Io non Dimentico”, a Palazzo Ducale, dalla mattina fino alle 18.30 in Sala del Maggior Consiglio. La sera in Piazza Matteotti ci sarà infine una fiaccolata per la scuola Diaz”. 17.00 manifestazione parte da Piazza Montano, per arrivare a Piazza Caricamento. “Una manifestazione di denucia chiaramente – riprende Lavaggi – ma anche di allegria perchè ci rincontriamo tutti”.

Più informazioni