Quantcast
Cronaca

Fondi alluvione, Miceli: “I 45 mln per Sestri Ponente dovrebbero arrivare a giorni”

miceli francesco

Genova. “Il Parlamento ha stanziato i fondi per gli alluvionati di Genova Sestri Ponente, il governo li ha sepolti”. Lo ha detto oggi l’assessore comunale al Bilancio, Franco Miceli in consiglio comunale riferendosi ai fondi per i danni alluvionali promessi a Sestri Ponente e mai arrivati.

“A parità di procedure – ha sottolineato l’assessore – gli alluvionati del Veneto hanno ricevuto i fondi una settimana dopo l’emergenza, quelli della Liguria li aspettano ancora”. Ieri i commercianti del Civ “Consorzio Operatori Sestri Ponente” hanno protestato di fronte alla Regione la rabbia per “aziende che hanno investito e fatto sacrifici, contando su un risarcimento del 40% rispetto ai danni subiti e comunicati a suo tempo attraverso il modello E”, al grido simbolico di “basta scuse”.

Incassata la solidarietà generale, oggi l’assessore Miceli ha confermato comunque che “da un giorno all’altro dovrebbero essere accreditati in Banca d’Italia i 45 milioni di euro per gli alluvionati di Sestri Ponente”.

Durante i lavori di Camera e Senato, la Senatrice Roberta Pinotti e l’Onorevole Mario Tullo, hanno oggi sollevato in entrambe le aule parlamentari il caso della mancata erogazione dei fondi. L’intervento dei parlamentari genovesi ha interpellato il Governo sulla disparità di trattamento rispetto alle zone alluvionate del Veneto, chiedendo tempi rapidi per il trasferimento dei fondi essenziali alla ripresa di molte attività commerciali che, se dovessero chiudere, comprometterebbero una parte rilevante del tessuto economico non solo per la delegazione del Ponente, ma per tutta la città di Genova.
“Non è accettabile – hanno dichiarato gli onorevoli genovesi- che in questo momento il Governo tradisca le legittime aspettative di tanti commercianti e delle loro famiglie”.