Quantcast
Economia

Fisia Italimpianti, Letta a Burlando: “Liquidare l’azienda”

enrico letta3

Genova. Novità sulla vertenza Fisia Italimpianti. Con una lettera inviata al presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, riconosce la necessità di liquidare l’azienda ligure per i lavori compiuti nella realizzazione del termovalorizzatore di Acerra.

“E’ un fatto significativo”, commenta il governatore ligure, che aveva sollevato la questione nelle scorse settimane, ponendo la sua risoluzione come condizione per accogliere i rifiuti di Napoli. “Ora speriamo – aggiunge – che ci sia un intervento in tempi rapidi”.

Per il termovalorizzatore di Acerra, nel Napoletano, Fisia Italimpianti ha effettuato lavori per 425 milioni di euro, di cui ha ricevuto in anticipo soltanto 95 milioni. I suoi 200 dipendenti sono ora in mobilità.

Letta ha inoltre assicurato a Burlando che casi di pensioni concesse con il beneficio dell’esposizione all’amianto e poi revocate non si verificheranno più. “Casi simili a quelli dei trenta lavoratori Ansaldo a cui è stata concessa la pensione e poi revocata non accadranno più”, spiega il governatore ligure all’ANSA. “Il sottosegretario Letta – aggiunge – ci ha spiegato che d’ora in poi Inps e Inail valuteranno in modo preventivo e congiunto le posizioni analoghe”.

C’é inoltre l’impegno, da parte del sottosegretario Letta, “a trovare una soluzione amministrativa” per i 30 lavoratori dell’Ansaldo a cui la pensione amianto è stata riconosciuta e poi revocata.

“La Regione Liguria – ricorda Burlando – ha anticipato loro tre mesi di pensione, ma il tempo passa in fretta”. Qualora non fosse trovata una soluzione amministrativa, il sottosegretario Letta “ci ha chiesto di preparare una proposta di legge – conclude Burlando – per risolvere il caso in modo definitivo”.

Più informazioni