Quantcast
Cronaca

Fincantieri, oggi a Roma l’accordo per il ribaltamento: la Fiom di Genova non firmerà

corteo

Genova. Oggi a Roma verrà firmato l’accordo di programma per il ribaltamento a mare di Sestri Ponente, ma la Fiom di Genova non ci sarà. “Non firmeremo perché il Governo non ci ha concesso neppure 5 minuti di confronto per analizzare le eventuali problematiche di questa operazione, per altro frutto di un accordo siglato da noi nel settembre del 2009 – spiega Bruno Manganaro, segretario Fiom Cgil – Gli aspetti sindacali da analizzare sono molti, ad esempio la necessità di fermare il cantiere, sapere quanti dovranno andare in cassa integrazione e così via. Avrebbero potuto convocarci almeno il giorno prima”.

“Alcuni incontri si sono svolti, ma sempre con i nostri amministratori locali e mai con il Governo – continua Manganaro – credo che gli elementi di confusione su questa operazione ci siano eccome e quindi noi vogliamo avere le mani libere per riprendere la discussione a settembre. Credo, tra l’altro, che non saremo i soli a non presentarci”.

Per quanto riguarda il piano industriale, invece, ancora non c’è nulla di sicuro. “Dal momento del ritiro di quel piano assurdo, non sappiamo più niente – conclude il segretario della Fiom genovese – Sembra che ne debba essere presentato uno nuovo a settembre e quindi attendiamo quel momento”.