Quantcast
Cronaca

Dal 1° agosto stop al treno notturno da Milano: l’ira dei pendolari genovesi

treno

Genova. Saranno molti i cambiamenti che dal 1° di agosto riguarderanno il trasporto ferroviario. Da lunedì, ad esempio, il Regionale Veloce 2199 Milano Centrale-Genova Brignole non esisterà più e l’IC 689 delle 21.10 sarà l’ultimo treno utile per tornare in serata da Milano a Genova.

“Purtroppo non è un film noir anni ’70 con Enrico Maria Salerno; dal 1° agosto il RV 2199 non ci sarà più. Peccato che molti pendolari turnisti (magazzinieri, sistemisti, addetti a call-center, ecc.) che terminano il turno alle 21 e che necessitano di almeno 20 o 30 minuti per arrivare in Centrale dal loro posto di lavoro, non riusciranno a prendere l’IC 689 – spiegano i pendolari del blog Genovamilanonewsletter – Per molti di loro le uniche 2 alternative saranno rinunciare al posto di lavoro o trasferirsi a Milano”.

I pendolari spiegano che la cancellazione del RV 2199 non rappresenterà “soltanto” un dramma sociale ma provocherà anche enormi disagi a tutti quei genovesi che lo utilizzavano per tornare a casa reduci da un atterraggio a Linate, Malpensa o Orio al Serio in serata. “Per loro ci auguriamo che qualche compagnia privata di trasporto su gomma appronti navette specifiche”, dicono.

“Il RV 2199, secondo i parametri del Contratto di Servizio con Trenitalia, costava circa 631 mila euro all’anno alla regione Liguria. Ovvero 1.729 euro al giorno. Avrebbe dovuto essere doveroso, per la Regione, recuperare questa cifra altrimenti – concludono – Non è stato fatto e ciò significa l’assunzione di una responsabilità politica chiara che non potrà che generare conseguenze”.