Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Consiglio provinciale: Entella e le opere per la sua messa in sicurezza al centro del dibattito

Lavagna. L’Entella e le opere per ridurne i rischi alluvionali saranno ancora una volta al centro del dibattito del Consiglio Provinciale di Genova di oggi. La discussione, iniziata due sedute fa, e poi rinviata la settimana scorsa per l’impossibilità a parteciparvi dell’assessore Paolo Perfigli, si concluderà con il voto sull’ordine del giorno presentato da Massimo Pernigotti (Lista Biasotti) prima di quello finale sulla mozione presentata dal centro destra (primo firmatario Mario Maggi del Pdl).

Due settimane fa scorsa la seduta del Consiglio Provinciale era stata interrotta, non senza proteste dell’opposizione, prima della replica dell’assessore Perfigli e del voto sulla mozione, dopo l’approvazione a maggioranza (17 sì dei consiglieri di maggioranza, 6 astensioni delle opposizioni e il capogruppo dei Verdi Spanò uscito dall’aula) di un ordine del giorno del centrosinistra (prima firmataria Sonia Zarino del Pd) che sintetizzava l’esigenza, considerata inderogabile dalla Provincia e sostenuta con forza dall’assessore Perfigli, di realizzare le opere, che incidono sul paesaggio ma sono utili e già finanziate per 9,1 milioni di euro, e quella ribadita dalle opposizioni, dell’ascolto del territorio per apportare ogni modifica possibile al progetto per ridurne l’impatto.

L’assessore Paolo Perfigli ha più volte ribadito l’urgenza di realizzare l’opera, ma anche l’apertura ad ogni consiglio utile. “La scelta di realizzare gli argini a valle in sponda sinistra non è certo il frutto di improvvisazione – ha sottolineato ancora una volta l’assessore Perfigli – ma di una lunga e attenta fase di studio, effettuata dai nostri tecnici sulla base di rigorosi parametri e dati statistici sulle piene del fiume. L’opera va senz’altro realizzata, perché è utile, perché risponde in maniera adeguata alle leggi e perché abbandonarla significherebbe perdere completamente il finanziamento. Tuttavia ribadisco la piena disponibilità a introdurre nel progetto tutti i correttivi possibili per ridurne al minimo l’impatto sul paesaggio”.

La mozione del centrodestra, al voto oggi, chiede inoltre priorità per la pulizia dell’alveo dell’Entella non solo a valle, ma soprattutto a monte per ridurre i rischi delle piene.