Quantcast
Cronaca

Cani abbandonati in autostrada, campagna “Io l’ho visto”: un sms per salvarli

cani

Ogni estate, purtroppo, sono migliaia gli animali abbondati da padroni senza cuore sulle strade della penisola, ma oggi arriva l’sms per ‘salvare’ i cani abbandonati in autostrada.

Parte la campagna “Io l’ho visto” promossa da Prontofido in collaborazione con Radio 105, Radio Monte Carlo, Virgin Radio, la webradio Radio Bau & Co e Associazione italiana per la difesa di animali e ambiente (Aidaa).

Dal 23 luglio al 4 settembre tutti coloro che si troveranno in viaggio su un’autostrada italiana e vedranno un cane abbandonato, potranno fermarsi alla prima area di sosta disponibile e mandare un sms al 334.1051030 con le coordinate più precise possibili del punto d’avvistamento (specificando località, ora di avvistamento, razza e direzione di marcia).

L’invio dell’sms attiverà i team anti-abbandono: oltre 1000 volontari su tutto il territorio nazionale, che interverranno per il recupero del cane. I team sono formati da 4 volontari facilmente riconoscibili dalla pettorina catarifrangente e dal cappellino giallo personalizzati con il logo di “Io l’ho visto” e si alternano su due turni pattugliando le strade, dalle 7 del mattino alle 22 di sera. Le auto della campagna saranno oltre un centinaio e in città strategiche come Roma, Milano e Torino saranno presenti anche le moto per raggiungere in modo più agevole e soprattutto più immediato il cane abbandonato.

Per i possessori di iPhone e iPad è possibile inoltre scaricare gratuitamente “Io l’ho visto” e tramite il segnale GPS identificherà il punto della segnalazione. Nel 2010 grazie al progetto “Io l’ho visto” sono stati salvati 613 cani, 167 quelli restituiti ai legittimi proprietari grazie ai dati rilevati dai microchip in quanto cani fuggiti e non abbandonati e 2.100 le segnalazioni di avvistamenti. Le pratiche di soccorso avviate sono state 1127 e 211 le persone denunciate per abbandono di animali e hanno coinvolto oltre 900 volontari che si sono alternati per 5 settimane sulle autostrade italiane

Più informazioni