Quantcast
Sport

Calciomercato, Genoa: per Preziosi la sorpresa potrebbe essere Veloso

alberto malesani - enrico preziosi - genoa

Genova. Non è andato proprio giù ai tifosi del Genoa lo sfogo che Omar Milanetto ha avuto dopo il gol vittoria di Boselli nel derby che sostanzialmente ha sancito la retrocessione in serie B dei blucerchiati.
E proprio oggi, viglia di ritiro e giorno della presentazione di Malesani, i tifosi hanno ricordato quell’evento sui muri e le strade che portano al campo sportivo di allenamento Gianluca Signorini.
La società prende le difese del giocatore, il giocatore avrà modo di confrontarsi con la tifoseria.

Come noto la rosa che partirà domani è composta da 29 giocatori, si aspettava in queste ore l’annuncio del passaggio di Robert Acquafresca al Bologna, ma l’accordo non è ancora stato siglato.

Durante la conferenza stampa di presentazione di Malesani, Enrico Preziosi ha necessariamente fatto il punto sul calciomercato, lo ha fatto a suo modo, dando però indicazioni precise.

“Casimiro è una soluzione complicata, è un giocatore con un talento incredibile, ha 19 anni ma le sue quotazioni sono davvero alte. Vediamo. Le cose sono molto complicate … la sua condizione è di extra-comunitario, bisogna anche capire se Genoa o Milan hanno un posto: noi dovremmo mandare via uno o due extra-comunitari. Per ora è fantascienza”. Su questo la parola sembra definitiva, poche le chance di vederlo in rossoblù.
Capitolo Palacio-Pandev: “Quando accadono queste cose aumentano gli ingaggi, io non posso accettare che Pandev non accetti il Genoa, dunque o c’è una contropartita seria oppure qualcuno che viene qui con 50 milioni. E’ evidente che in questo caso qui bisogna sedersi al tavolo, come già avevano fatto Palacio e l’Inter, gli ingaggi dell’Inter li conoscete, avevano aperto trattativa, dunque sarà facile rimettersi lì a trattare con il giocatore, ma Palacio è un giocatore del Genoa”.

Mercato chiuso, dunque? Ovviamente no. “L’esperienza ci dice che a fine campionato tutti sono sul mercato, tutti cercano giocatori, poi c’è una pausa fino a che le squadre vanno in preparazione, poi qualche delusione, qualche piccolo infortuni e tutti corrono a cercare di rimediare”.

Le cose più importanti però Preziosi le dice su chi è restato: “Ci sono molte curiosità ma non è escluso al rilancio di qualche giocatore, come Veloso, tecnica e preparazione potrebbe farlo diventare un giocatore recuperato assieme a Kucka e Constant potrebbe diventare un centrocampo fortissimo”.