Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Accoltellamento al Crazy Bull, catturato un altro aggressore: sarebbe l’esecutore del gesto

Genova. E’ stato arrestato anche il secondo aggressore di Davide Siboldi, il 29enne addetto alla vigilanza del Crazy Bull Café, accoltellato nella notte tra il 24 e il 25 aprile.

Uno dei tre malviventi, il 23enne tunisino Zarbut Karim, era già stato catturato dai carabinieri all’inizio del mese di maggio e ora le indagini hanno consentito di bloccare anche un altro degli aggressori, che dovrebbe essere l’esecutore materiale del gesto.

Le testimonianze raccolte dagli uomini dell’arma la sera del fatto, che fortunatamente non è sfociato in tragedia, visto che le condizioni della vittima sono progressivamente migliorate, parlavano di tre aggressori e proprio su questa base sono state condotte le indagini.

L’accoltellamento era avvenuto nella domenica di Pasqua. Erano quasi le 2 di notte quando Davide, vedendo un uomo accedersi una sigaretta all’interno del locale, si era avvicinato chiedendogli di uscire. Da quella semplice frase, ecco scattare la violenza, sfociata in cinque coltellate all’addome. Poi la fuga e ora l’arresto.