Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sicurezza, Silp: “A Chiavari le promesse di rinforzi non son state mantenute”

Chiavari. “A Chiavari non ci sono le condizioni per attuare un’attività preventiva sul territorio per la sicurezza dei cittadini. Oltre alla carenza cronica di personale che colpisce tutta la Questura genovese manca un concreto coordinamento con le altre forze dell’ordine. Manca un Dirigente autorevole ed adeguato alla tipologia di Commissariato.

Non dimentichiamoci che si tratta di un presidio distaccato della questura genovese e che, vista la vasta competenza territoriale, dovrebbe godere di una maggiore autonomia decisionale, anche funzionale.

In realtà la presenza del Commissariato all’interno del locale Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica appare quasi marginale, mentre dovrebbe concretizzarsi con un ruolo propositivo al fine di risolvere le problematiche relative alla sicurezza dei cittadini. Non ci si deve stupire se d’estate il territorio che triplica il numero di abitanti appare abbandonato: in realtà è proprio vero.

Le promesse vane di aggregazioni e rinforzi, la mancanza di coordinamento e la reiterata volontà dirigenziale di non creare problemi al Questore con fastidiose ma doverose richieste di rinforzi, determinano quello che i cittadini hanno sotto gli occhi, ossia poca prevenzione. Basta con le operazioni di facciata, occorrono fatti, il Questore venga a Chiavari e si renda conto della situazione. Un Questore che continua a dire che Genova non ha problemi di risorse? Si faccia una sua idea sulla funzionalità del suo Commissariato e di come, giorno dopo giorno sta sparendo dal territorio.

Si faccia una sua opinione, senza fidarsi però esclusivamente del parere delle istituzioni locali. Occorre che ascolti anche i cittadini!”

Roberto Traverso, segretario Silp-Cgil