Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sciopero Cgil, scontri a Principe: 33 persone denunciate, tre minorenni

Genova. Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, lancio pericoloso di oggetti, danneggiamento e invasione di terreni ed edifici pubblici. Sono alcuni dei reati contestati alle 33 persone che la Digos ha identificato e denunciato nell’ambito delle indagini sui disordini alla stazione di Genova Principe scaturiti dopo la manifestazione per lo sciopero generale organizzato dalla Cgil.

Di questi, tre hanno 16 anni e sono stati denunciati presso la procura del tribunale per i minorenni, mentre una decina di persone erano già state identificate e denunciate per gli scontri in altre manifestazioni, come quella organizzata dalla Fiom a gennaio.

“Dobbiamo valutare le singole posizioni – ha detto il procuratore capo facente funzioni Vincenzo Scolastico – ma non si può più tollerare che ogni volta alle manifestazioni vengano feriti poliziotti che sono lì solo per fare il loro dovere”.

Gli scontri si svilupparono di fronte alla stazione genovese quando un corteo di circa 300 persone, tra cui appartenenti all’area anarchica e ai centri sociali, dopo aver partecipato in modo autonomo alla manifestazione della Cgil, aveva tentato di entrare nello scalo ferroviario ma si era trovato davanti uno schieramento di forze dell’ordine in tenuta antisommossa.

Sempre in quell’occasione un altro gruppo di contestatori aveva bloccato la sopraelevata per alcuni minuti e lanciato uova piene di vernice contro alcuni negozi di marchi internazionali, in centro città.