Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ruby, spettacolo hard al Fellini: Luca Risso interrogato per due ore in Procura

Genova. Agg.h.11.40. Dopo circa due ore d’interrogatorio con il pm Azzarà, Luca Risso, indagato per pornografia minorile, è uscito dalla Procura genovese, mostrandosi tranquillo e sereno. Risso ha risposto a tutte le domande del magistrato assistito dal suo legale Paolo Scovazzi.

Cappello da basket e occhiali a specchio, jeans e maglietta: Luca Risso, gestore e proprietari di locali genovesi, reso ancora più celebre dopo il fidanzamento con Karima el Marhoug, alias Ruby Rubacuori, ha varcato la soglia del tribunale di Genova alle 8.40 per l’interrogatorio con il pm genovese Scorsa Azzarà.

Risso è accusato di pornografia minorile per aver prodotto e pubblicato lo spettacolo hard di Ruby ancora minorenne nel suo locale genovese, il Fellini. “Luca Risso non conosceva l’età di Karima el Marhoug quando fece lo spettacolo hard al Fellini”: sarà questa la linea difensiva scelta dal legale del gestore di locali. Secondo l’avvocato, Paolo Scovazzi, che ha raggiunto il suo assistito in procura, il suo assistito seppe soltanto più tardi che Ruby era minorenne, quando cioé scoppiò il caso del Bunga-Bunga ad Arcore. Il fascicolo a carico del fidanzato di Ruby è infatti uno stralcio dell’inchiesta di Milano sui festini nella villa del premier Silvio Berlsuconi ad Arcore, da cui nacque il ciclone mediatico e giudiziario che travolse i palazzi della politica italiana.

I due fidanzati sono appena tornati dal Messico, dove hanno trascorso alcuni giorni di vacanza. Secondo i rumors che gravitano intorno alla coppia, Risso e Ruby avrebbero scelto il Messico come futuro paese dove vivere per sottrarsi dall’attenzione mediatica e mettere su famiglia, come più volte annunciato dalla giovane marocchina.