Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione, Rosso (Pdl): “Nonostante la crisi la Sinistra vara una legge per spendere i soldi dei liguri”

Più informazioni su

Genova. Lunga e aspra la seduta della III Commissione quella che si è svolta questa mattina in Regione sui Fondi da destinare alla cooperazione in giro per il mondo. A tenere banco il capogruppo del Pdl Matteo Rosso che dopo due ore di accesa discussione, insieme ai consiglieri regionali Bagnasco, Morgillo e Siri della Lista Biasotti, dichiara: “ ancora una volta viene approvata una legge dalla Commissione che permetterà di spendere in giro per il mondo i soldi dei cittadini liguri”.

Il Capogruppo del Pdl infatti sottolinea  “ ho appreso questa mattina che sono stati spesi dal 2007 al 2010 ben 654.500 euro per l’educazione alla mondialità e la pace. Certamente finalità utili ma secondarie rispetto alle tante esigenze di prevenzione sanitaria carenti nella nostra regione e non attuate per mancanza di soldi”.

Secondo Matteo Rosso,   fuori luogo la spesa in un programma che coinvolgendo 5 regioni italiane tra cui la Liguria prevede uno stanziamento di spesa di 6 milioni 670 mila euro “dal 2003, anno in cui fu avviato il Protocollo di Intesa, il progetto è partito solo quest’anno ed i soldi spesi sono serviti solo all’adempimento di pratiche burocratiche. Risorse preziose bloccate nelle casse delle regioni che potevano servire ad altre priorità per i cittadini italiani”.

“Altrettanto fuori luogo è il controllo di questi progetti – precisa l’esponente del Pdl – questo verrà effettuato  attraverso delle missioni estere da parte di burocrati della Regione Liguria che a spese del contribuente ligure viaggeranno in giro per il mondo per verificare l’attuazione dei progetti”.

“Inaccettabile anche vengano mantenuti come prioritari  progetti di collaborazione tra la Liguria e la Regione di Valparaiso, quello con il Governatorato Jendouba ed ancora assurdo, invece di pensare a tutti i problemi della sanità ligure, si va a pensare al funzionamento della sanità nel comune di Sao Felipe/Ila de Fogo. Non bastasse – continua Rosso – la Liguria si prenderà cura anche della Repubblica Orientale dell’Uruguay e della Repubblica Federativa del Brasile”.

“Per tutte queste ragioni il Pdl compatto in commissione ha votato  conto il provvedimento della Giunta regionale. Quello che però ci ha più sorpreso è stato il fatto che mentre l’assessore Rambaudi ha dimostrato attenzione e disponibilità nel percepire la nostra richiesta di un utilizzo diverso di  questi fondi, così non è stato per la Maggioranza del Centro sinistra, eccezion fatta per il consigliere Chiesa, che si è accalorata a difende in ogni modo la destinazione di questi finanziamenti”.