Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pdl, la proposta di Scajola: “Ora cambiamo anche il nome e il simbolo del partito”

Più informazioni su

Cambiare nome e simbolo. Per Claudio Scajola, dopo il passaggio che ha visto la nomina di Alfano a segretario politico del Pdl serve andare oltre: “Con questo nome e questo simbolo abbiamo avuto lo strappo di Fini, molte cose sono accadute, è ora di voltare pagina. E se vogliamo ripartire davvero, una opzione immediatamente visibile potrebbe proprio essere il cambio di nome e simbolo”.

Una proposta formulata durante l’ufficio di presidenza del Pdl dall’ex ministro dello Sviluppo economico. Che ha inserito l’ipotesi in un discorso più ampio, che in più punti è sembrato trovare il consenso di Berlusconi. Il leader, infatti, avrebbe annuito a più di un passaggio dell’intervento del deputato ligure. Un discorso in cui molti hanno visto un segnale dell’imminente rientro in campo di Scajola, fuori dal governo a seguito dello scandalo Anemone, per la vicenda dei soldi versati dall’imprenditore romano per acquistare un appartamento a Roma, davanti al Colosseo.

Sulla possibilità che Scajola torni nella squadra di governo, tutto è però rimandato all’incontro -previsto da tempo- con Silvio Berlusconi. I due si erano dati appuntamento per il dopo-voto. Quando si vedranno, valuteranno i modi del contributo di Scajola. “Tutti, anche Alfano, dicono che lui è una risorsa -fa notare uno scajoliano doc-. E allora, perché non utilizzare questa risorsa? Se poi sia al partito o al governo, sarà Berlusconi a decidere”