Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Ospedale dei Ricoveri”, nuovo sistema accoglienza: inaugurazione con il cardinale Bagnasco

Genova. Sarà attivo da domani il nuovo sistema di accoglienza per l'”Ospedale dei Ricoveri”, che verrà inaugurato dal Cardinale Angelo Bagnasco, a margine della celebrazione del Corpus Domini, che avrà luogo presso la piazza antistante la Chiesa parrocchiale di S. Gerolamo, all’interno dell’Istituto Gaslini, dalle ore 16.30.

“Tutte le famiglie che giungono al Gaslini, ed insieme tutti gli operatori e gli studenti che qui vivono la propria giornata, necessitano di migliori condizioni di accoglienza e di accesso alle prestazioni ed attività quivi rese, oltre ad
una adeguata fruibilità di percorsi, spazi di ingresso e di attesa, di accoglienza e assistenza, per realizzare concretamente il “prendersi cura” dell’altro” spiega il Direttore generale del Gaslini, dottor Paolo Petralia.

Il nuovo Sistema di accoglienza per l'”Ospedale dei Ricoveri” è stato ricavato nell’atrio del padd. 16-17 e 18, ed è composto da tre locali dove poter trovare informazioni ed adeguata accoglienza fisica e spirituale.

Entrando al centro troviamo il nuovo atrio ristrutturato, all’interno del quale la famiglia che arriva nel padiglione centrale dell’Istituto (dove sono situate le sale operatorie e molti reparti di ricovero), può trovare tutte le informazioni di cui ha bisogno per orientarsi tra le strutture e i servizi offerti dal Gaslini, grazie ad un servizio diurno di portierato attivo 7 giorni su 7.

A sinistra dell’atrio è stata realizzata una nuova sala di attesa, grazie al recupero di “ambienti storici”, come si può ben apprezzare, ammirando i mosaici dei pavimenti e la simmetria delle strutture, resa moderna e fruibile attraverso l’installazione di schermi informativi e la copertura internet senza fili, per offrire un ambiente accogliente e confortevole ai pazienti e ai loro genitori.

L’accoglienza prosegue all’esterno dell’atrio, grazie alla realizzazione di un’area di sosta per le famiglie, liberata dalle auto, resa confortevole con l’installazione di nuove panchine e la creazione di una “zona non fumatori”, in tutta la rotonda antistante al padiglione 16, con l’invito a non fumare o, se proprio non è possibile, a farlo nelle apposite zone individuate nel retro (terrazza retro pad. 17).

Il sistema di accoglienza sarà progressivamente implementato con maggiori servizi e poi esteso agli altri “Ospedali” del sistema Gaslini (quello “donna-mamma-bambino” ed “ematooncologico”, quello di “giorno” e quello “riabilitativo”).

A destra dell’atrio si accede alla nuova Cappella “Gesù Bambino”, frutto di una donazione, realizzata per rispondere alle esigenze di tante famiglie, che da sempre chiedono un luogo di preghiera facilmente accessibile all’interno dell’ospedale, collegato direttamente ai padiglioni in modo da non far uscire i pazienti all’aperto, in particolare nella stagione invernale.

La Cappella di rito cattolico, così come nell’ispirazione fondativa e nella tradizione dell’Istituto, è comunque al servizio di ogni istanza religiosa (infatti come è consuetudine è possibile richiedere, tramite i padri francescani, l’intervento di ministri di altri culti). La Cappella sarà benedetta domani da S.E. il Cardinale Angelo Bagnasco, e inizierà ad essere a disposizione di tutte le persone che necessitano di un luogo di raccoglimento.