Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Liguria – Indagini ‘ndrangheta, Monteleone: “Fortunatamente per loro ero inaffidabile”

Più informazioni su

Genova. Dopo gli arresti e le polemiche scaturite ieri dopo l’operazione Maglio 3, arrivano i primi commenti dal mondo politico. Uno degli arrestati Arcangelo Condidorio, in un passaggio dell’ordinanza, infatti, parla con disprezzo di Rosario Monteleone, presidente del Consiglio Regionale.

Condidorio sostiene che avrebbe richiesto aiuto alle precedenti elezioni senza successo, dopo avere procurato a Monteleone, all’epoca un congresso di partito, ben 700 tessere.

“Credo che io venga tirato in ballo impropriamente come già avvenuto l’anno scorso – chiarisce Monteleone – Mi pare che la testimonianza dei gli inquirenti sia sta abbastanza chiara. È emersa infatti ogni mia estraneità nei confronti di queste persone”.

“Inoltre – continua il presidente del consiglio regionale – vengo anche definito “Lardone” da questi signori, il che vuol dire persona ritenuta assolutamente inaffidabile. Di millantatori a questo mondo ce ne possono essere tanti, so solo che certe cose non le ho mai fatte e non le farò mai. Non so se ci sia stato uno scambio di voti – conclude Monteleone – ci sono delle indagini e io ho piena fiducia nel lavoro delle forze dell’ordine”.