Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

I lavoratori Tirrenia manifestano in Regione: a rischio 360 posti a Genova

Più informazioni su

Regione. L’allarme per la situazione della Tirrenia è giunto anche in Regione dove una delegazione di lavoratori e di rappresentanti sindacali ha incontrato il presidente del Consiglio Rosario Monteleone, l’assessore Enrico Vesco e i capigruppo. Fra i lavoratori è altissimo l’allarme dopo lo stop alla trattativa con Cin. In fatti sono a rischio nella sola Genova 300 marittimi e 60 amministrativi, mentre a livello nazionale sono in pericolo 3000 dipendenti oltre ai lavoratori dell’indotto.

“Il Consiglio regionale ligure e la Giunta regionale sono al fianco dei lavoratori della Tirrenia” hanno affermato Monteleone e Vesco. “I lavoratori devono essere tutelati in caso di privatizzazione e riassunti con le loro qualifiche, non mandati a lavorare in giro per l’Italia” ha aggiunto Maruska Piredda (Idv).
L’assessore Vesco ha parlato di “privatizzazione pasticciata” mentre Giacomo Conti (Fds) ha ricordato: “I casi Fincantieri e Tirrenia sono connessi e il rilancio dei cantieri pubblici passa per il rinnovo della flotta della compagnia pubblica di navigazione”. L’esponente della sinistra ha chiesto la creazione di un tavolo che coinvolga tutte le regioni interessate. L’Assessore Vesco e il vicepresidente del Consiglio Michele Boffa hanno garantito che la Regione rinnoverà la richiesta di un incontro urgente con il Governo insieme con le altre Regioni che hanno collegamenti marittimi e uffici da salvaguardare, prime fra tutte la Sardegna dove l’assessore Vesco ha già avuto un incontro con il suo collega.
Vesco ha escluso che la Regione Liguria possa intervenire finanziariamente per acquisire quote della società: “Le cifre in ballo sono altissime e il nostro ruolo sarebbe del tutto marginale: sarebbe un inutile regalo ai privati”.
Dai lavoratori è stata ribadita anche la proposta di Federmar Cisal di un acquisto della Tirrenia da parte dei dipendenti: “I nostri legali sono al lavoro, non e’ solo una provocazione”.
Alla riunione erano presenti fra gli altri Michele Boffa (Pd), Ezio Chiesa (gruppo Misto), Giacomo Conti (Federazione della sinistra), Gino Garibaldi (Pdl), Marco Limoncini (Udc), Maruska Piredda (Idv), Matteo Rossi (Sinistra Ecologia e Libertà), Sergio Scibilia (Pd).
I lavoratori Tirrenia manifestano in Regione
Una delegazione ricevuta da Consiglio e Giunta. La Regione chiederà incontro con il Governo dopo lo stop alla trattativa con Cin. A rischio a Genova 300 marittimi e 60 amministrativi dei 3000 dipendenti della compagnia di Stato in stato fallimentare