Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Selex-Elsag: sciopero dei lavoratori che chiedono garanzie per il futuro

Genova. Continuano le manifestazioni di protesta dei lavoratori Selex-Elsag, seriamente preoccupati per il proprio futuro lavorativo. In vista dell’incontro di lunedì 27, infatti, la RSU di via Puccini ha proclamato 4 ore di sciopero di cui 2 in concomitanza con tutto il gruppo.

Le motivazioni sono chiare. “Perchè il numero complessivo del personale in in cassa integrazione straordinaria deve essere ridotto, anche tenendo conto delle cessioni cui l’azienda ha dato corso,e delle dichiarazioni recenti del nostro amministratore delegato; perchè la CIGS va gestita in modo solidaristico, non possono esistere aree aziendali completamente escluse; perchè il numero di giornate annue proposte dall’azienda (50) devono essere assolutamente ridotte; perchè è inaccettabile che ad un numero anche ridotto di persone venga applicato la rotazione quadrimestrale, non è una concezione solidaristica; perchè durante i due anni di durata della CIGS non venga svolto lavoro straordinario o prestazioni extra-orario e il personale in CIGS non venga sostituito da consulenti; perchè non è accettabile la collocazione in CIGS dei singoli lavoratori nei sei mesi precedenti il raggiungimento dei requisiti di mobilità finalizzata alla pensione; perchè ci sia una prospettiva vera per la nuova sociètà e che per ciascun sito vengano definite missioni, eccellenze, attività, occupazione e prospettive di sviluppo, senza che vengano svuotati o impoveriti”.

Allo sciopero di un’ora di questa mattina, con presidio della portineria, seguirà quello di domani che inizierà alle 9 e si concluderà alle 12. Dopo il concentramento sul piazzale, avrà luogo la relazione dei segretari territoriali e la manifestazione verso Cornigliano in cui si incontreranno i colleghi di via Pieragostini.