Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Scidone su sicurezza: “Potenziati i controlli nel centro storico e Sampierdarena” foto

Genova. Potenziare i controlli sul territorio da parte delle forze dell’ordine, oltre che controllare i locali a rischio chiusura per schiamazzi e problemi di aggregazione.

Sono questi i principali obiettivi sui quali si baserà il nuovo piano sulla sicurezza, dopo il vertice che si è svolto questa mattina in prefettura. “E’ stata una riunione organizzata a fronte degli ultimi fatti di cronaca – ha spiegato l’assessore comunale alla Città Sicura Francesco Scidone – a Sampierdarena, e nei giardini davanti alla stazione Brignole. Inoltre si è parlato delle partite della Sampdoria che si svolgeranno il sabato”.

Dall’incontro, al quale hanno partecipato gli assessori comunali Scidone e Anzalone, il prefetto Musolino, il capo della polizia municipale, il capo dei carabinieri, il questore e il capo della guardia di finanza, è emersa la necessità di intersificare i controlli in certe zone e su certi locali, quelli definiti più a rischio chiusura, che sono circa 10 tra Sampierdarena e la Valpolcevera.

“Programmeremo un’azione più coordinata negli interventi – ha aggiunto Filippo Piritore, questore di Genova – per avere un quadrante abbastanza completo su tutti gli orari. L’aumento degli uomini è già stato fatto – ha aggiunto Piritore – verificheremo in alcuni quadranti la presenza diversificata di forze di polizia”.

“Ci sarà un enorme sforzo da parte di tutte le forze dell’ordine – ha detto Scidone – soprattutto nella zona del centro storico e a Sampierdarena”. Infine qualche novità anche sullo stadio Ferraris: “Cercheremo di provocare il minor disagio possibile ai residenti e ai commercianti. Nei prossimi giorni i vigili del fuoco assieme all’assessore Anzalone e al questore inizieranno una nuova analisi. Speriamo che si possano svolgere le partite in anticipo o posticipo anche se dalla Lega per ora non ci sono state risposte. La nostra idea è intervenire sullo stadio con un progetto che prevedere l’arretramento delle barriere, in modo da tenere libera via Casata Centuriona e corso De Stefanis.