Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, rapina alla foce: rintracciati e arrestati i tre colpevoli

Più informazioni su

Genova. Stanotte i carabinieri della Maddalena, con l’ausilio del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale, ha tratto in arresto 3 tunisini autori di una rapina aggravata ai danni di un cittadino marocchino avvenuta in via Gramsci.

Era da poco passata la mezzanotte quando i militari di pattuglia in via Gramsci hanno soccorso un 40enne marocchino, regolare, residente a Cesena, che ha denunciato loro la rapina subita da parte di tre tunisini, che poco prima lo avevano avvicinato all’ingresso della Stazione della metropolitana “Darsena” e, dopo averlo malmenato con calci e pugni lo avevano derubato di cento euro e di una collana d’oro.

Subito sono scattate le ricerche nella zona, che, anche grazie alla minuziosa descrizione fornita dalla vittima, hanno consentito di individuare un primo uomo al molo Darsena. Nonostante l’escamotage di cambiarsi gli indumenti indossati nel corso della rapina, infatti, è stato fermato, mentre gli altri due venivano rintracciati in un Kebab della zona portuale, ritrovo di molti immigrati, nel tentativo di confondersi tra i connazionali.

La perquisizione dei soggetti ha permesso di accertare con chiarezza le responsabilità dei tre, dato che avevano ancora addosso la refurtiva, recuperata e restituita. I tre, tutti tunisini con permesso di soggiorno temporaneo per motivi umanitari, essendo sbarcati sulle coste siciliane in fuga dalla guerra civile in atto nel loro Paese, B.B.M. di anni 23, A.A. di anni 20 e G.S. di anni 29, hanno in pochi mesi già collezionato alcune denunce e qualche arresto per fatti analoghi.

Il pm di turno ha disposto l’accompagnamento in carcere con l’accusa di rapina aggravata, anche perché sono stati trovati in possesso di un coltello a serramanico. Questi arresti si affiancano a quelli effettuati nell’ultimo mese e mezzo da parte dei reparti dipendenti dalla Compagnia Genova Portoria, che a fronte di una recrudescenza del fenomeno delle rapine a privati, ha messo a segno 8 arresti e individuato e deferito in stato di libertà altre 20 persone, tutti cittadini extracomunitari, a vario titolo ritenuti responsabili di questo reato nel centro storico cittadino.