Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Pellerano: “Che fine ha fatto il progetto per il Mercato del Carmine?”

Genova. “Il Consiglio del Municipio i Centro Est dal 2007 ad oggi ha seguito con interesse e partecipazione le vicende del Mercato del Carmine”, ricorda il Consigliere Regionale Lorenzo Pellerano. “A cominciare dal bando denominato “Suggestioni per il Carmine” si ci è adoperati per coinvolgere attivamente la cittadinanza e giungere, insieme, ad una nuova idea del mercato, a come i cittadini vedevano lo sviluppo della zona. Dai 12 progetti presentati nacque un documento riassuntivo che andò a sollevare alcune modifiche al progetto di ristrutturazione. Da allora è stato fatto un bando per il Mercato, con un solo concorrente. Il Consorzio vincitore, a detta del banco, doveva presentare, entro tre mesi, un progetto definitivo per il Mercato del Carmine”.

“Ma i mesi sono passati ed è evidente – incalza Pellerano – come tutto sia fermo mentre, nel frattempo, ci risulta che il Comune di Genova abbia sostenuto una spesa di 434.450,89€ per i lavori della struttura, struttura che ad oggi è sostanzialmente vuota. Pochi mesi fa, a marzo, l’Assessore regionale Barbagallo ha annunciato l’imminente apertura dell’Enoteca Regionale Ligure la cui sede genovese sarebbe proprio all’interno del Mercato del Carmine. Dato che il tempo continua a passare ma non si vedono segni né del progetto del Consorzio né dell’Enoteca Regionale con il nostro gruppo Lista Biasotti abbiamo depositato oggi un’interrogazione urgente per chiedere conto delle vicende che stanno interessando il Mercato del Carmine”.

“Crediamo nelle potenzialità del Mercato e della zona, crediamo nel loro rilancio e nella possibilità che questo possa rappresentare un veicolo per la valorizzazione delle produzioni locali e come noi ci credono i cittadini del Centro Est che si sono sempre attivamente interessati alle vicende della zona del Carmine per questo è importante che gli venga data una risposta concreta facendo in modo che la struttura del Mercato apra quanto prima”.