Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, allarme sicurezza: corteo pacifico per le vie della città

Genova. Contro le gravi carenze di sicurezza il Comitato La Voce di Prè e il comitato Vivi Gramsci, insieme ai Pescatori della Darsena, annunciano che martedì prossimo partirà da piazza della Commenda una pacifica manifestazione di protesta dei cittadini del centro storico, degli operatori della pesca e degli operatori commerciali.

“E’ necessario che aumenti il presidio sul territorio per permettere ai cittadini di vivere in una delle zone più belle e antiche della città, serenamente. Attualmente la vivibilità è pregiudicata da diversi fenomeni criminali che sono tutt’altro che di lieve entità o solamente percepiti. Cittadini e pescatori reclamano il proprio diritto alla sicurezza e chiedono alle Autorità preposte di impegnarsi, perché essa sia realmente garantita – spiegano i comitati – Serve un impegno costante sia in fase di prevenzione, sia in fase di repressione”.

Secondo gli organizzatori della manistazione, i problemi che compromettono la vivibilità del quartiere e del centro storico sono: l’organizzazione e lo spaccio di sostanze stupefacenti; la diffusa presenza di laboratori e magazzini di contraffazione; la dilagante presenza di venditori di merce contraffatta; la costante presenza di clochard e ubriachi sia in piazza della commenda sia nella zona della darsena che minacciano abitanti e lavoratori del mare che oltre a creare forti problemi igienici, provocano danneggiamenti e rubano attrezzature sulle barche; la vendita di alcol in quantità abnorme a ubriachi da parte di pubblici esercizi e negozi.

“Le autorità considerano, evidentemente, tutto questo un problema di poco conto perché non impegnano, nonostante i nostri ripetuti appelli, un numero adeguato di personale e mezzi proporzionati al bisogno. Tutti i provvedimenti approntati fino ad oggi, in maniera discontinua e insufficiente, gli interventi-spot, sembrano più un sistema per tenere calmi di volta in volta gli abitanti nell’apice emergenziale, piuttosto che il segno di una reale volontà di risolvere il problema nelle motivazioni più profonde – continuano – Per chiedere un impegno serio e risolutivo, abitanti e pescatori scenderanno in piazza”.

La manifestazione partirà da piazza della Commenda, alle 17, e il corteo sfilerà poi in via Gramsci fino all’Acquario (con passaggio davanti alla Darsena), piazza Caricamento, (si unirà a tal punto una rappresentanza del comitato Centro Est) a testimonianza che i problemi sono diffusi e patiti in tutto il centro storico) via Gramsci, via delle Fontane, piazza dell’Annunziata, Largo Zecca, Portello, gallerie, Piazza Corvetto, Largo Lanfranco.

I cittadini si fermeranno davanti alla Prefettura per un presidio e chiederanno di incontrare il Prefetto dal quale si aspettano impegni certi e progetti circostanziati per la sicurezza. “Si sottolinea che il disagio è comune a tutti i cittadini – concludono i comitati – l’iniziativa in oggetto nasce dal basso e accomuna tutte le diverse anime, aldilà delle appartenenze politiche, pertanto non saranno ben accetti bandiere o simboli sindacali, politici o associativi, ma la partecipazione a questa lotta di civiltà, titolo personale, è aperta a tutti”.