Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fincantieri Sestri P., oggi l’incontro a Roma: lavoratori pronti a lottare

Sestri Ponente. “Aspetteremo l’esito dell’incontro, ma ci sentiamo presi in giro perché dopo la riunione romana, a cui avevano preso parte anche il sindaco Marta Vincenzi, il governatore Claudio Burlando e altri politici locali, avevamo ricevuto delle rassicurazioni – spiega Bruno Manganaro, segreteria Fiom Cgil Genova – Annunciamo fin da ora che lotteremo e siamo pronti a mettere in atto anche iniziative più forti rispetto a quella organizzata prima dell’incontro romano”.

I lavoratori si sentono presi in giro perché tutto sembrava risolto e invece, ieri, hanno appreso la decisione del Governo di ridimensionare il finanziamento previsto per il ribaltamento a mare, riducendolo da 70 a 50 milioni. Non solo i sindacati, ma anche le istituzioni sono intervenute in difesa dei lavoratori che, dopo un’assemblea in fabbrica, avevano dato il via al blocco di via Soliman e a un’ora di sciopero in segno di protesta.

Oggi l’incontro a Roma fra istituzioni, governo e vertici aziendali. La firma sarà possibile solo in presenza dell’intera cifra promessa dal Governo. In base a quello, poi, lavoratori e sindacati vedranno le azioni da mettere in campo. “Abbiamo dimostrato di saper lottare e continueremo a farlo – conclude il segretario della Fiom – i lavoratori sarebbero disposti anche a mobilitarsi di più, a bloccare il cantiere in maniera permanente, però abbiamo deciso di aspettare l’incontro di domani a Roma fra assessori e alcuni rappresentanti del Governo. In base a quello, poi, vedremo le azioni da mettere in campo, che potranno essere davvero forti”.