Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fincantieri, Garibaldi: “Bene il Governo, strumentalizzazione dalla sinistra”

Più informazioni su

“Tutti insieme abbiamo ottenuto un grande risultato”: è il commento del consigliere regionale Pdl Gino Garibaldi, responsabile regionale Pdl Politiche del Lavoro, dopo la notizia che il piano industriale dell’amministratore delegato Fincantieri è stato ritirato.

Garibaldi venerdì era a Roma insieme alle migliaia di lavoratori partiti in treno dalla Liguria e con esponenti della Regione e dei Comuni ha partecipato alla manifestazione a sostegno dell’incontro tra Governo, azienda e parti sociali. “Dalla riunione – afferma il consigliere regionale Pdl – sono emersi elementi significativi e importanti: prima di tutto dopo l’auspicato ritiro del piano industriale che il Pdl aveva da subito e sempre sostenuto, per la prossima settimana è stata decisa la convocazione di un tavolo regionale tecnico-politico di discussione sull’accordo di programma di Fincantieri che interessa la Liguria, dove non ci sono più scuse per la consegna della gru a Riva Trigoso, attrezzatura industriale che non servirà certo per la “speculazione edilizia”, ma esclusivamente per costruire navi e per quanto concerne l’avvio dei lavori di ribaltamento a mare per quanto riguarda i cantieri di Sestri Ponente. Sarà questo un tavolo di confronto a livello regionale, come abbiamo da sempre chiesto, a tracciare il futuro della cantieristica ligure forti delle nostre capacità tecniche e della nostra storia, mentre il Governo ha annunciato il forte impegno a ricercare nuove opportunità di lavoro sia pubbliche che private per la cantieristica italiana”.

“I lavoratori, le istituzioni nonché le forze politiche che hanno partecipato alla manifestazione di Roma – afferma Garibaldi – sono stati strumentalizzati in quanto tale manifestazione non autorizzata tra l’altro non ha avuto alcun ruolo nella trattativa. Non si capisce perché l’amministratore delegato Bono abbia presentato un piano del genere e poi lo abbia ritirato. Non sarà che a livello dei governi locali aveva ottenuto copertura?”.
“La decisione presa venerdì a livello ministeriale e aziendale – sottolinea Gino Garibaldi – ha decisamente smentito le pessime previsioni sostenute nei giorni scorsi da forze di sinistra e non solo che cercavano di inculcare nei lavoratori la convinzione che l’esito della riunione a Roma non sarebbe stato positivo. La pressione che abbiamo esercitato sul Governo ha dato gli esiti che tutti speravamo di fronte all’incubo della chiusura degli stabilimenti strombazzata da una incessante campagna denigratoria che aveva il chiaro scopo di non curare gli interessi veri dei lavoratori e delle loro famiglie”.
“Ora – aggiunge Garibaldi – questo è passato anche e soprattutto per merito del Governo. Comincia da oggi il vero lavoro che ci deve impegnare tutti nessuno escluso per il ruolo che abbiamo con grande responsabilità e volontà e soprattutto a carte scoperte”.

Gino Garibaldi, responsabile regionale Pdl Politiche del Lavoro