Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fincantieri, Cofferati: “Nessuno si tiri indietro, in gioco un comparto strategico”

Strasburgo. Da Strasburgo a Roma, la vicenda Fincantieri è ancora al centro del dibattito politico: oggi si è svolto un importante incontro con il vice presidente della Commissione Antonio Tajani per fare il punto sulla delicata situazione italiana.

“Tajani – spiegano Andrea Cozzolino, vice capodelegazione Pd, e di Sergio Cofferati, coordinatore del gruppo S&D nella commissione speciale crisi, al termine dell’incontro – ha indicato due possibili soluzioni che, se si realizzeranno, rappresenteranno una prima positiva risposta delle nostre richieste: prima il consiglio di amministrazione della Banca Europea per gli Investimenti in programma per il 21 giugno potrebbe decidere nuove regole per l’accesso al credito agevolato sia per gli armatori, sia per i cantieri; successivamente, ma sempre entro l’estate, gli uffici di Tajani dovrebbero redigere uno studio di fattibilitá per verificare investimenti e strumenti necessari a un programma di rottamazione delle navi inquinanti su cui mobilitare al piú presto il Parlamento e gli Stati membri interessati”.

“Accesso al credito, – aggiungono gli eurodeputati – incentivi al rinnovamento sostenibile delle flotte e orientamento verso nuove produzioni come le piattaforme energetiche off shore sono le leve fondamentali su cui agire per restituire una prospettiva alla cantieristica italiana , ma é fondamentale che governo, regioni ed enti locali chiariscano al piú presto anche il quadro degli investimenti per l’adeguamento delle infrastrutture produttive”.

Secondo Cofferati e Cozzolino, infine, “é decisivo che nessuno degli attori coinvolti, in Italia e a Bruxelles, si tiri indietro, in gioco c’é il destino di un comparto strategico per l’industria manifatturiera italiana ed europea, e il futuro di migliaia di lavoratori e di famiglie”.

Anche Mario Mauro, presidente dei deputati Pdl ha commentato, ringraziandolo, Tajani: “tutti in Europa dobbiamo impegnarci a trovare misure di aiuto concreto, anche a seconda di come si evolverà la situazione nei prossimi mesi, ed il fatto che i deputati italiani di tutti i gruppi politici si siano incontrati con il vicepresidente Antonio Tajani testimonia l’importanza che diamo a questo nostro impegno” ha detto l’eurodeputato.

“Voglio ringraziare Tajani per essersi reso disponibile e per essersi già prodigato nel cercare di proporre possibili misure compensative che l’Ue metterebbe a disposizione dei lavoratori di Fincantieri – penso ad esempio al Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione – che noi come Parlamento e come deputati italiani ci impegneremo a sostenere a Strasburgo”, ha aggiunto Mauro.

A Roma proseguono le iniziative parlamentari: Mario Tullo ha illustrato oggi in Aula un’interpellanza urgente presentata dal Pd sul rilancio della cantieristica. “La lotta per la difesa dei cantieri – ha commentato su Facebook il deputato genovese – continua”.