Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Esami di Maturità, in Liguria circa 11 mila studenti tra i banchi: 6079 a Genova

Genova. Conto alla rovescia per la prima prova di maturità, che vedrà impegnati quasi 11 mila studenti liguri. Di questi, 6.079, sono i ragazzi genovesi. Sono invece 125 i professori che dovranno essere sostituti da colleghi di altre scuole, i cosiddetti docenti abilitati, perché indisponibili.

Il direttore scolastico regionale, Giuliana Pupazzoni, aprirà la busta con i titoli dei temi al centrale liceo D’Oria. Con lei ci sarà la collega provinciale Sara Pagano.

La seconda prova scritta, giovedì, sarà Matematica per gli studenti del liceo scientifico; Latino per quelli del classico, e Lingua straniera per il liceo linguistico. Lunedì 27, la terza ed ultima prova scritta, sarà quella predisposta la mattina stessa dalla commissione.

Poi, sarà la volta degli esami orali, lo scoglio più temuto dai ragazzi, perché effettivamente non è facile trovarsi da soli davanti a un’intera commissione pronta a giudicare.

Ecco alcuni consigli per affrontare l’esame orale con una certa tranquillità, per quanto possibile. L’interrogazione dura in media 40 minuti ed è fondamentale arrivare in questa fase riposati. La prima cosa che verrà chiesta ai candidati sarà illustrare il percorso pluridisciplinare concordato con i professori. Iniziare con un argomento familiare è un buon punto di partenza.

Sarà poi fondamentale conoscere a mena dito l’argomento al centro della tesina. Un candidato in grado di esporre bene il proprio lavoro darà infatti l’impessione di essere la persona più preparata della terra. Terminata l’esposizione della tesina e relative domande della commissione sul lavoro dei maturandi, iniziano le domande libere. A questo punto, però, il candidato dovrebbe aver preso familiarità con i commissari e, probabilmente, essere più rilassato.