Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ecomomia, in Liguria ancora stallo: “Vincono gli investimenti in ricerca e sviluppo”

Regione. L’economia ligure fatica a tenere il passo e a divincolarsi dalla crisi: vi è entrata lentamente, ora stenta ad uscirne. E’ il ritratto che Letizia Radoni, direttore della sede genovese della Banca d’Italia, fa della Liguria.

“Si tratta di una regione che, nella fase iniziale della crisi, l’ha subita in maniera affievolita grazie alle sue caratteristiche naturali: la presenza massiccia di over 65, l’incidenza dell’impiego pubblico e dei servizi, la bassa propensione all’esportazione – dice Radoni – Si tratta perà di connotati che ora le impediscono di uscire dallo stallo in un momento in cui a livello nazionale si registra una crescita. Per quanto riguarda il settore industriale vince, anche a livello ligure, chi ha investito in ricerca e sviluppo. La cantieristica, così come turismo e commercio hanno risentito della congiuntura non felice. Il dato più preoccupante rimane quello relativo alla lentezza della crescita”.

“Anche in Liguria sono diminuiti i depositi bancari, ma è aumentato il risparmio assicurativo e postale. Sono aumentati gli investimenti in fondi comuni. Fino all’anno scorso, però, si era reguistrato in questa regione un aumento dell’8% del risparmio bancario” conclude Letizia Radoni.