Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caso Trenitalia, Vesco:”Noi sempre dalla parte dei pendolari”

Più informazioni su

Genova. La querelle tra Trenitalia da una parte e i pendolari dall’altra ovviamente non può esaurirsi in pochi giorni. Sulla minaccia di Trenitalia di togliere la Carta Tutto Treno si è già espresso con decisione il Presidente della Regione Claudio Burlando. In queste ultime ore anche l’assessore Enrico Vesco è intervenuto, esprimendo “stupore e rabbia” di fronte alle posizioni assunte da Trenitalia per l’arrivo in Liguria del treno del mare di Arenaways, che come ormai noto da oggi fino a settembre effettuerà un collegamento giornaliero Torino-Livorno.

“Respingiamo – dice l’assessore Vesco – ogni considerazione effettuata da Trenitalia attraverso il direttore regionale, Melloni, e ribadiamo che le motivazioni per rescindere l’accordo con la Regione Liguria sono infondate, in quanto prevedono ci siano sostanziali modifiche nell’offerta dei servizi ferroviari con un impatto sul contratto di servizio che invece non avviene in quanto il treno dei privati non è assimilabile agli attuali servizi regionali e interregionali offerti da Trenitalia, come confermato dall’ ufficio regolamentazione traffico ferroviario”.

Vesco si dice però anche dispiaciuto per la reazione dei pendolari. Secondo l’assessore, infatti, la loro difesa è stata sempre stata uno dei cardini del lavoro della Giunta, sia per quello che riguarda lo stanziamento di fondi, sia per quello che riguarda le multe nei confronti di Trenitalia, con i relativi parziali rimborsi per i pendolari. Sono questi i motivi per cui non si aspettava che i pendolari, alle prime parole di Trenitalia, si sentissero subito abbandonati dalla Regione.

Insomma la querelle continua, e immaginiamo che non si esaurirà facilmente.