Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calciomercato Sampdoria, preso Piovaccari: ecco il profilo del neo centravanti blucerchiato

Giorno decisivo per il neo ds Pasquale Sensibile e Mr. Atzori. In queste ore a Milano i vertici blucerhiati e quelli del Cittadella siederanno a tavolo per decidere il futuro del centravanti Federico Piovaccari.

L’accordo sembra ormai raggiunto e potrebbe chiudersi a breve nonostante i veneti abbiano chiesto tre milioni e il club di Garrone ne vorrebbe spendere 2,5. Inoltre il Cittadella sarebbe a corto di portieri e la Sampdoria potrebbe inserirne nella trattativa ben due: Daniele Padelli e di Vincenzo Fiorillo.

Ma vediamo insieme chi è Piovaccari, l’attaccante che dovrà trascinare la Samp in Serie A.

Cresce nelle giovanili della Pro Patria, nella stagione 2001-02, con la formazione bustocca in C1, è già nella rosa della prima squadra. Nell’estate del 2002 si trasferisce in Serie D alla Castellettese dove realizza 6 gol in 17 presenze dimostrando di essere un discreto attaccante.

Nella stagione 2003-2004 milita nella Primavera dell’Inter, in cui realizza 15 reti più 4 importantissimi gol nel Torneo di Viareggio. Nella finale del campionato però, nonostante una sua rete, i nerazzurri vengono sconfitti dal Lecce ai calci di rigore.

Nel 2004-2005 esordisce tra i professionisti, in Serie C1, con la maglia del Vittoria con cui gioca 26 incontri siglando 11 reti e risultando fondamentale per la squadra per larghi tratti di stagione.

La stagione successiva viene mandato in prestito al Treviso in serie B ma, dopo il ripescaggio della squadra veneta in serie A, l’Inter decide di girarlo al San Marino nell’ultimo giorno del mercato estivo. Con i biancazzurri realizza 12 reti in 30 incontri. Il suo gol nella finale d’andata dei play-out contro la Pro Sesto (1-0; 0-0) permette al San Marino di restare in Serie C1.

Nel 2006-2007 approda, sempre in prestito, in Serie B con la maglia della Triestina con cui realizza 5 gol in 37 partite. A fine stagione si realizza quanto prospettato tre anni prima e il giocatore passa in comproprietà al Treviso. Nonostante due stagioni in Serie B avare di soddisfazioni sia per la squadra che per il giocatore, nel giugno del 2009 all’apertura delle buste la comproprietà tra Treviso ed Inter viene risolta a favore dei biancocelesti.

Tuttavia, già il 22 luglio 2009, a causa del fallimento della società veneta, Piovaccari resta svincolato e passa a titolo definitivo al Ravenna[2] con cui realizza 13 reti in 32 partite nel campionato di Prima Divisione.

Il 31 agosto 2010 viene ufficializzato il suo trasferimento in comproprietà al Cittadella in Serie B dove con 23 gol (9 su rigore) è il capocannoniere, superando Meggiorini che salvò il Cittadella nel 2008-09 con 18 gol e anche Ardemagni nel 2009-10 con 22 gol. Il 29 maggio 2011, in occasione dell’ultima giornata del campionato di Serie B contro il Pescara, segna una doppietta che lo laurea capocannoniere del campionato. Il 25 giugno 2011 il Cittadella che deteneva la metà del cartellino del giocatore, lo riscatta per intero dal Ravenna.

Buona fortuna a Federico, sperando che anche la stagione 2011/2012 possa sorridergli.