Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calciomercato, Sampdoria: la calma di Sensibile tra vecchi nodi e nuovi arrivi

Genova. Sulla questione calcioscomesse si sono attenuate le luci dei riflettori dei media. C’è stato un lento passaggio dall’idea di associazione a delinquere capace di condizionare i diversi campionati di calcio, a quella di una sgangherata banda di scommettitori che operava con alterne fortune.

Ben ha fatto la Sampdoria a rimanere cauta e calma, e in attesa dell’arrivo del ds Pasquale Sensibile e del nuvo allenatore Gianluca Atzori, impostare il calciomercato destianto alla serie b.

Come noto, nel caso in cui la Federcalcio prenderesse proveddimenti, ne trarrebbero vantaggio solo le squadre della stessa categoria: insomma se l’Atalanta e il Siena fossero retrocesse in Serie C le promosse sarebbero Padova e Treviso. La Sampdoria potrebbe avvantaggiarsi solo nel caso in cui si aggravassero le posizioni di Chievo e Lecce, che però non sembrano così compromesse dagli atti giudiziari per come sono stati finora conosciuti.

Edoardo Garrone più volte ha ripetuto che per cominciare a comprare i giocatori adatti alla categoria e sfoltire la rosa bisognava aspettare Sensibile. La presentazione e i primi passi del nuovo direttore sportivo sono piaciuti a molti tifosi blucerchiati, come d’altronde quella di Atzori. Per due uomini di sport che contro ogni pronostico hanno raggiunto risultati insperati nella stagione appena conclusa, affermare che la Sampdoria è un punto d’arrivo significa contemporaneamente umiltà e ambizione.

Il mercato della Sampdoria deve però ora muoversi prima nella direzione dello sfoltimento della rosa e nella scelta di coloro che più degli altri possano far parte del progetto. Atzori è stato chiaro:”La cosa fondamentale sono le motivazioni, i moduli devono adattarsi ai giocaotori e non viceversa”.

Uno come Daniele Mannini, dunque, farebbe comodo eccome ai blucerchiati: la negoziazione che si terrà lunedì sembra poter ottenere un buon esito per la permanenza del giocatore che diede l’ultima speranza di rimanere in Serie A con il gol segnato al Brescia. Il nodo è l’ingaggio, troppo altro per la Serie E’ molto probabilem che la questione ormai sia tra la Samp e il giocatore, con il benestare del Napoli che ha la comproprietà.

Sensibile si sta però già muovendo per risolvere la questione del gol, che ha fatto patire la squadra dal giorno successivo alla cessione di Pazzini all’Inter. Il nome indicato è quello di Federico Piovaccari del Cittadella: classe 1984, 1.81 per 77 kg. Agilità e potenza, fiuto del gol (23 le reti nell’ultima stagione) e sacrificio. Un giocatore che potrebbe ben integrarsi con Biabiany.

Piovaccari è inseguito anche dal Novara dell’ex Sensibile, ma il ds sa che la calma e il blasone sono tutti dalla parte dei blucerchiati. Insomma, si procede con calma, feremzza e lucidità.

Il mese che separa la Sampdoria dal ritiro di Moena non è poco … certo non bisogna adagiarsi.