Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Calciomercato, Genoa: no al Milan per El Sharawy, Preziosi rinforza il centrocampo

Genova. Ieri sera, con lo 0 a 0 casalingo contro un granitico Novara, potrebbero essersi spenti i sogni padovani di riuscire a conquistare ai play off la serie A. Eppure le luci del mercato rimangono sempre accese su El Sharawy, talentino rossoblù in prestito questa stagione al Padova.

Nei giorni scorsi, però, già si affermava con forza che Preziosi difficilmente avrebbe fatto a meno dell’italo-egiziano (anzi del ligure egiziano!). La notizia su El Sharawy – data da Sky – è quella che Preziosi sembra aver declinato un’offerta di 10 milioni da parte del Milan.

Insomma dopo mesi in cui si è parlato di un Preziosi spesso troppo disponibile nei confronti dei desiderata di Galliani (illazioni che però sono verificate solo dal prestito di Boateng), questa volta arriva un forte segnale della salute e della forza finanziaria del Grifone, che non vuole svendere i suoi miglior giocatori. La sensazione, però, è che gli affondi del Milan non si fermeranno.

La questione El Sharawi si intreccia anche con quella relativa a Floro Flores, il cui riscatto sembra sempre più complicato. A gennaio i patti tra il patron Udinese Pozzo e Preziosi stabilivano un riscatto fissato a 8 milioni di euro per la comproprietà del cartellino del giocatore napolateano. Nonostante la discreta stagione di Floro Flores, con i suoi dieci gol da gennaio e le molte giocate di alta classe, il prezzo sembra davvero troppo alto.

Non è una valutazione da giocaotre top class, però con quelle stesse cifre si potrebbero portare a casa bomber di nome, fama e sicura prestazione (un riferimento fra tutti è quel Marco Borriello che esplose proprio in rossoblù e la cui valutazione, per l’intero cartellino, si aggira attorno ai dieci milioni).

Il Genoa comunque continua a lavorare per la linea di centrocampo, la speranza condivisa tra i tifosi è quella che ciò non significhi privarsi di Kucha, ma è sicuro che da Milanetto non ci si può ancora aspettare stagioni di grandi livelli. A differenza di altri anni, Preziosi invece di andare a stanare giovani campioni in mercati esteri (i colpi Boateng e Kucha sono un esempio) quest’anno sembra rivolgersi al mercato italiano.

Di Parolo, il miglior centrocampista italiano emergente della stagione si è già detto e la trattativa è molto ben avviata, il nuovo nome – di qualità e sostanza – è Biondini del Cagliari. La chiave per arrivare a questo centrocampista, già in nazionale nell’era Lippi, è Acquafresca a metà tra Cagliari e Genova.

Tutti questi equilibri e suggerimenti devono però passare dal benestare dell’allenatore. Si continua a parlare dell’arrivo dell’ufficializzazione di Malesani, eppure il ritardo continua ad essere sospetto.