Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Batterio Killer, controlli dei Nas nei mercati di Genova foto

Più informazioni su

Genova. Dopo la Germania, e molti paesi dell’Unione Europea, il batterio killer comincia a preoccupare anche l’Italia. A poche ore dalle dichiarazioni rassicuranti del ministro della Salute italiano Fazio, in Alto Adige, a Merano, un turista tedesco si è presentato in ospedale con una  grave diarrea e sono in corso le analisi per rintracciarne le cause.  La notizia, lanciata dal quotidiano «Dolomiten» e confermata dall’Azienda sanitaria locale, non da certezze sulle casue del malore, anche se i sintomi sembrano essere quelli della sindrome emolitico-uremica (Seu) e di escherichia coli (Ehec).

Intanto a Genova i carabinieri del Nas hanno compiuto oggi una serie di controlli, disposti dal ministero della Sanità, in mercati e banchi vendita di frutta e verdura, e prodotti alimentari in genere.

I militari del Nucleo antisofisticazione hanno ispezionato vari mercati cittadini tra cui quello orientale di XX settembre verificando che tutti i banchi di frutta e verdura esponessero le indicazioni di provenienza del prodotto. Poi hanno incrociato i controlli verificando se queste corrispondevano a quanto riportato nelle bolle di trasporto. Soltanto due commercianti non sono risultati in regola perché non esponevano le etichette e sono stati multati per 1.100 euro a testa.

Dopo Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Olanda, Norvegia, Svezia, Polonia. Spagna, Svizzera e Regno Unito sembra ormai sempre più probabile l’arrivo del “virus del cetriolo” anche in Italia.