Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Arenzano, appiccava incendi e riprendeva con il cellulare: rinviato a giudizio il barista piromane

Genova. Tre incendi a dicembre e sei a gennaio, tutti circoscritti nell’arco di 500-600 metri, e tutti nel centro storico di Arenzano. Poi il 24 gennaio l’epilogo della vicenda: il piromane di Arenzano era stato arrestato, colto in flagrante mentre stava per appiccare il decimo incendio. Oggi Alessandro Provasi il barista 26enne è stato rinviato a giudizio per incendio doloso. Tra gli episodi a suo carico il più grave fu l’incendio ad una ghirlanda natalizia appesa all’uscio di una casa nel centro di Arenzano, fortunatamente senza conseguenze per le persone all’interno.

Dopo l’arresto la sorpresa: oltre 370 accendini di plastica che il ragazzo utilizzava durante le sue scorrerie. Sul cellulare sequestrato, invece, i carabinieri trovarono due filmati con alcune riprese sulle operazioni condotte dai vigili del fuoco per spegnere le fiamme da lui presumibilmente causate.