Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Appalti Enac, interrogatorio a Marassi: Pronzato ha risposto a tutte le domande

Genova. E’ durato oltre un’ora e mezzo l’interrogatorio di Franco Pronzato, membro del consiglio di amministrazione Enac, ed esponente di spicco del Pd, arrestato due giorni fa dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Roma su presunte irregolarità legate a un appalto relativo all’assegnazione dei collegamenti aerei tra Roma Urbe e l’isola d’Elba.

Pronzato, secondo quanto riferito dal suo legale, durante l’interrogatorio di garanzia per rogatoria svoltosi questa mattina nel carcere di Marassi dove è rinchiuso, ha risposto a tutte le domande e ha fornito tutti i chiarimenti al gip Ferdinando Baldini.

Il legale ha precisato che il verbale redatto dopo l’interrogatorio è stato secretato: “Per questo non posso entrare nei dettagli su quanto è stato detto dal mio assistito”. Gli avvocati hanno chiesto al gip la rimessione in libertà di Pronzato perché, ritengono, non sussistono le esigenze cautelari, vale a dire il pericolo di reiterazione del reato né quello di inquinamento delle prove, come contestatogli nell’ ordinanza di custodia del tribunale di Roma.

I difensori di Pronzato hanno presentato ricorso al tribunale del riesame. Inoltre, in sede di interrogatorio di garanzia svoltosi per rogatoria da parte del gip genovese Ferdinando Baldini, hanno chiesto la revoca della misura cautelare in carcere o una misura alternativa. Tale richiesta è stata allegata al verbale dell’interrogatorio, che è secretato, e oggi verrà inviato alla procura di Roma. Il pm Paolo Ielo, titolare dell’inchiesta, darà il suo parere entro due giorni e sarà poi il gip Elvira Tamburelli a decidere.