Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aeroporto Colombo: Vueling inaugura il volo Genova-Barcellona foto

Genova. Genova e Barcellona da oggi sono ancora più vicine: anche il Cristoro Colombo, tra gli otto aeroporti italiani in cui opera Vueling, da oggi presenta il nuovo collegamento aereo tra il capoluogo ligure e la città iberica, con voli al martedì, venerdì e alla domenica, a un prezzo di lancio di 29,99 euro.

“Il volo consente di collegare due città che, oltre alle grandi attrattive turistiche – ha spiegato il Presidente di Aeroporto di Genova, Marco Arato – hanno intensi legami economici e commerciali. Il volo, che partirà dal 28 giugno, da Genova sarà diretto a Barcellona El Prat, a pochi chilometri dal centro della città e affacciato sul mare. Con questo nuovo collegamento, però, Genova non conquista solo una nuova destinazione prestigiosa e richiesta dai nostri utenti: Vueling è collegata a Iberia, la compagnia di bandiera spagnola peraltro già presente da tempo su Genova con il volo per Madrid.

Al contrario della maggior parte delle compagnie low-cost, Vueling consente di raggiungere la propria destinazione finale non solo con i voli diretti, ma anche facendo uno scalo e senza dover ripetere il check-in. Tra le destinazioni raggiungibili partendo da Genova e transitando a Barcellona si trovano Malaga, Alicante, Ibiza, Gran Canaria, Palma dei Maiorca, Granada, Tenerife e Lisbona. Barcellona diventa così l’ottavo hub cui è collegato il Cristoforo Colombo dopo Roma, Parigi, Francoforte, Monaco, Madrid, Istanbul e Londra. Oggi, partendo da Genova, è possibile raggiungere oltre 500 destinazioni nel mondo con un solo scalo. Concludo ricordando anche i progetti di sviluppo infrastrutturale quali i prossimi lavori di ampliamento del terminal, presumo inizieranno nei primi mesi dell’anno prossimo. La loro durata sarà di circa 24 mesi dall’apertura dei cantieri, l’attuale superficie passerà da 15.000 a 23.000 mq. Il volume aggiuntivo sarà dedicato esclusivamente al miglioramento dei servizi ai passeggeri.

Ma AGS sta lavorando anche per migliorare l’accessibilità dello scalo con l’intero territorio. In attesa di realizzare il progetto del Polo Intermodale di interscambio, che ha l’obiettivo di collegare il terminal con l’anello ferroviario che corre a soli 500 metri in linea d’aria attraverso un people mover; stiamo per collegare la Stazione di Sestri P con il terminal, valorizzando l’attuale linea urbana I24”.

Quanto al problema di riempimento dei voli: “Il coefficiente di riempimento – ha sottolineato Arato – è salito di circa 2 punti percentuali, raggiungendo il 62%. Si tratta, ovviamente, di un dato medio, i voli low cost hanno tassi di riempimento molto elevati, che alzano la media, ma si tratta comunque di un segnale importante, vuol dire che gli appelli sono stati ascoltati e speriamo lo siano anche in futuro”.