Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Una preghiera per le vittime dell’omofobia: martedì la tappa genovese al Don Bosco

Più informazioni su

Genova. Inizia giovedì 12 maggio il lungo cammino delle veglie di preghiera per le vittime dell’omofobia che, sino al 29 maggio 2011, si svolgeranno nelle parrocchie cattoliche e nelle chiese evangeliche di 21 città italiane e in 8 città straniere di Spagna, Perù e in Kirghizistan.

Questi momenti di preghiera ecumenici, che precederanno e seguiranno la Giornata internazionale contro l’omofobia (17 maggio) saranno tutti uniti dal versetto biblico “Dio ha insegnato a non chiamar profano o impuro alcun uomo” (Atti 10,28)
Quest’anno le veglie si terranno pubblicamente anche in alcune parrocchie cattoliche a Milano, Cremona (dove lo scorso anno fu il vescovo mons. Dante Lanfranconi a presiederla), Padova, Genova, Firenze e Bologna.

L’iniziativa delle veglie di preghiera per le vittime dell’omofobia, giunta alla quinta edizione, è promossa anche quest’anno dai gruppi cristiani omosessuali italiani con il sostegno di Gionata, il progetto in rete su fede e omosessualità, l’adesione dell’European Forum of Lesbian, Gay, Bisexual and Transgender e l’impegno di tante comunità cristiane che così vogliono lanciare un “grido di speranza, perche la violenza dell’omofobia abbia termine” perché l’omofobia, è bene ricordarlo, è un fenomeno grave che colpisce anche il nostro Paese.

A Genova la veglia per le vittime dell’omofobia e di tutte le discriminazioni si terrà martedì 17 maggio nella Chiesa Parrocchiale di S. Giovanni Bosco e S. Gaetano dei Salesiani, Via Carlo Rolando 15, Sampierdarena, alle ore 21.