Slow Fish: in Italia pescatori in calo, più donne con lenza e amo in mano - Genova 24

Slow Fish: in Italia pescatori in calo, più donne con lenza e amo in mano

pescatori lago

Genova. Il numero dei pescatori in Italia è in calo, anche se si registra un lieve aumento di presenza femminile e degli stranieri che contribuiscono a frenare il lieve invecchiamento, fermo comunque intorno ai 40 anni.

La presenza femminile è cresciuta di 107 unità, pari all’8%. L’età media generale resta relativamente giovane, oscillando tra i 41 e i 43 anni.

Più della metà dei pescatori si concentra nelle regioni meridionali e insulari e provendono dal nord Africa. Sono assunti sia per i minor costi che comportano sia per la crescente difficoltà di reperire forza lavoro nazionale, mentre gli stranieri sono il 5,8% a conferma della tendenza generale degli altri settori. La grande maggioranza dei pescatori (88,3%) sono in prevalenza mozzi, marinai e giovanotti di coperta.

Lega Pesca è impegnata sul fronte professionale per migliorare l’integrazione e le condizioni di lavoro anche attraverso corsi di formazione specifici per gli stranieri, per i quali è più difficile ottenere una qualifica più soddisfacente. Sono state anche avviate azioni per stimolare le istituzioni a rivedere la normativa, che Lega Pesca ritiene punitiva verso i lavoratori stranieri.