Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sel su Elsag-Selex e Fincantieri: “Governo e Finmeccanica devono investire sulla Liguria”

Genova. La scelta di Finmeccanica di accorpare due aziende storiche di Genova come la Elsag Datamat e la Selex Communications riguarda il futuro di più di mille lavoratori.

“Il piano di Finmeccanica, infatti, prevede la Cigs per 650 lavoratori e la mobilità aziendale per altri 180, oltre all’accompagnamento alla pensione di circa 300 dipendenti. Tali esuberi colpirebbero pesantemente Genova, sia perché qui sono presenti le due sedi, sia perché è nel capoluogo ligure che sono presenti alcune delle attività ritenute non più strategiche per la nuova azienda”, spiega Matteo Rossi, consigliere regionale di Sel.

“E’ necessario un intervento degli enti locali e un monitoraggio costante del piano d’integrazione affinché l’accorpamento determini nuove sinergie positive e un consolidamento e una crescita delle  risorse e non una contrazione del personale – continua Rossi – La Regione deve esercitare una forte pressione verso Finmeccanica affinché si impegni  a mantenere una  presenza quantitativa non inferiore all’attuale, anche alla luce della recente vendita del 45% di Ansaldo Energia, rivendicando quindi che una parte di tali risorse vengano destinate allo sviluppo della presenza genovese del gruppo”.

Sel si schiera quindi al fianco dei lavoratori e dei sindacati nel difendere l’occupazione e in tal senso annuncia un ordine del giorno per il prossimo consiglio regionale su tali questioni.

Su Fincantieri Matteo Rossi, ha aggiunto: “Ci auguriamo che gli incontri in corso abbiano un esito positivo. Governo e azienda devono dare garanzie per l’occupazione e lo sviluppo della nostra regione. Lo sciopero generale di domani, al quale parteciperemo con convinzione, siamo certi che dimostrerà l’indisponibilità dei lavoratori liguri verso una politica industriale capace solo di parlare il linguaggio dei tagli e degli esuberi e priva di un’idea virtuosa di sviluppo ”.